Anticipato il taglio delle tariffe di telefonia mobile

L’Autorità per le Garanzie nelle ComunicazioniAgcom – ha avviato il procedimento che anticipa il taglio delle tariffe di telefonia mobile, per tutti quei casi in cui l’utente chiama una persona che appartiene a un operatore differente dal proprio. Per i consumatori questo comporta senz’altro dei notevoli risparmi nelle bollette telefoniche.

A partire da questa decisione, l’Autorità stabilisce l’obbligo agli operatori di telefonia mobile italiani di accesso ed uso delle risorse di rete in una maniera più trasparente, senza distinzione tra compagnie e con prezzi più controllati e ridotti.

Tuttavia, questo provvedimento dell‘Autorità non mira a modificare ulteriormente le tariffe, la cui contrazione era già in programma, ma di anticipare il taglio. In precedenza, infatti, l’Agcom aveva autorizzato la riduzione delle tariffe con decorrenza gennaio 2015.

Adesso invece, entro luglio 2013 tutte le tariffe di telefonia mobile, a prescindere dall’operatore, subiranno una riduzione graduale. Questo calo sarà concluso quando si arriverà ad una tariffa di 0,98 cent al minuto, rispetto agli odierni 5,3 cent al minuto – eccetto H3G, operatore con cui il minuto ha un costo di 6,3 cent.

Agli utenti di telefonia mobile saranno dunque applicate tariffe pari a 2,50 cent al minuto dal 1 luglio 2012 per quanto concerne gli usuari di TimVodafoneWind; in seguito arriveranno a 1,50 cent dal 1 gennaio 2013 per giungere infine gli 0,98 cent dal 1 luglio 2013.

Per quel che riguarda la compagnia H3G invece, le tariffe saranno di 3,50 cent al minuto dal 1 luglio 2012, poi di 1,70 cent dal 1 gennaio 2013 e finalmente dal 1 luglio 2013 si arriverà a 0,98 cent al minuto .

Commenti Facebook: