Telefonia fissa: arriva la tecnologia IP, TIM dismette i vecchi telefoni 

Mentre TIM si appresta a passare alla tecnologia VoIP per la sua linea fissa, il Codacons si interroga su chi dovrà pagarne i costi: tra linee dati obbligatorie anche se non richieste e rischi di blackout che non permettono di chiamare i soccorsi, ecco i pericoli di una transizione epocale, che tra poche settimane arriverà anche in Italia.

I rischi per le fasce più deboli e le utenze business

Il programma di TIM per la telefonia fissa

Addio alla vecchia telefonia fissa, ma con un costo. Seguendo il modello della francese Orange, che sta rottamando i vecchi apparecchi a cornetta con presa a muro in favore della tecnologia IP, anche TIM si sta preparando a eliminare progressivamente i servizi tradizionali: il VoIP permetterà infatti di telefonare tramite connessione Internet, come già accade con alcune connessioni in fibra ottica (che peraltro richiedono il modem sempre acceso per chiamare).

È già da molto tempo che TIM sta valutando questo passaggio, che probabilmente prenderà il via nelle prossime settimane. L’obiettivo è far risparmiare all’operatore più di 700 milioni di euro, visto che mantenere in buone condizioni una rete ormai superata ha certamente i suoi costi, e inoltre si potranno dismettere (entro il 2024) le vecchie centrali.
Confronta le offerte per la linea fissa »

Chi sarà a pagare il trasferimento al VoIP

Il problema è che, secondo il Codacons, c’è il pericolo che questo passaggio epocale non si tramuti in un reale vantaggio per gli utenti, o che almeno ci saranno criticità da tenere ben presenti, soprattutto quando si va a valutare l’impatto della misura sulle fasce della popolazione più abituate al vecchio telefono fisso.

Prima di tutto, a differenza della situazione attuale, basterà un blackout per impedire di chiamare i soccorsi dal telefono fisso, visto che come detto il modem deve essere sempre acceso. Inoltre, visto che ormai le offerte di telefonia fissa includono sempre anche la linea dati, il rischio è che molte persone che non usano Internet debbano affrontare una spesa più elevata per un servizio che non hanno richiesto. In più, possono esserci problemi anche per le utenze business, visto che molti dispositivi e struttura che si basano sulla telefonia fissa (dagli antifurti ai centralini antincendio) potrebbero non funzionare più. Ecco perché, secondo il Codacons, sarà cruciale che i costi diminuiscano, invece di diventare più alti per i consumatori.

Commenti Facebook: