Telefonia e informatica, propensione allo shopping in aumento

Nonostante la crisi dei consumi, in Italia la propensione all’acquisto di prodotti di telefonia mobile, tablet e personal computer non sembra conoscere battute d’arresto o crolli improvvisi. A darne conferma è un recente studio dell’Osservatorio Findomestic sulle previsioni di acquisto a tre mesi.

Costi di disattivazione: i consumatori chiedono l'eliminazione
Costi di disattivazione: i consumatori chiedono l'eliminazione

Stando a quanto recitano gli ultimi dati dell’Osservatorio, per quanto attiene la telefonia i soggetti interessati all’acquisto sono il 22,5% dei consumatori, contro il 21,6% del mese di dicembre (per quanto ovvio, parte preponderante è relativa alle intenzioni di acquisto di strumenti di telefonia mobile di ultima generazione). Per quanto attiene i personal computer, la percentuale è cresciuta dal 18,8% dello scorso mese all’attuale 19,4%, mentre per quanto concerne i tablet, la percentuale è cresciuta lievemente al 13,7%, contro il 13,3% precedente.

Migliori offerte di telefonia mobile »

Di contro, continua a calare la percentuale di coloro che si dichiarano interessati ad acquistare prodotti appartenenti alle categorie delle foto e delle video camere, con una quota pari al 10,9%.

Sul fronte degli importi medi di spesa previsti, le cifre che sono state poste a budget per l’acquisto di tablet e di telefonini si aggirano ora intorno ai 300 euro, mentre gli importi medi per le foto e le videocamere calano da 368 a 353 euro. Salgono infine le spese a budget per i personal computer, da 510 a 515 euro.

Commenti Facebook: