Telecomunicazioni non risparmiate dalla crisi

I segnali della crisi economica si fanno sentire anche sul mercato delle Telecomunicazioni: nel 2008 il settore delle Tlc ha registrato una diminuzione di fatturato (0,2% rispetto al 2007).

Il dato più significativo è –2% registrato nel comparto della rete fissa che trascina in negativo il settore nonostante l’aumento della rete mobile (+1,3%)

L’attivazione di linee mobili continua oggi ad essere in lieve crescita (troppo lieve) mentre i servizi mobili (internet) hanno registrato nel 2008 un peso sempre più rilevante, attestandosi intorno al 28%.

Il primo trimestre 2009 conferma che la situazione non è destinata a migliorarsi: le stime indicano una crescita potenziale dello 0,7%, ma i risultati delle trimestrali dei principali produttori (vedi Nokia) hanno gettato nello sconforto il Mercato. Tanto più che i dati previsionali sembrano ora venire tutti rivisti al ribasso.

La tecnologia WiMax barcolla nel buio specialmente in Italia e segna una battuta d’arresto a livello internazionale. Per Infonetics la sua declinazione mobile avrebbe già superato quella fissa – per uso e diffusione – fungendo da traino per una ripresa prevista nel 2010.

ella crisi economica si fanno sentire anche sul mercato delle Telecomunicazioni: nel 2008 il settore delle Tlc ha registrato una diminuzione di fatturato (0,2% rispetto al 2007).

Il dato più significativo è –2% registrato nel comparto della rete fissa che trascina in negativo il settore nonostante l’aumento della rete mobile (+1,3%)

L’attivazione di linee mobili continua oggi ad essere in lieve crescita (troppo lieve) mentre i servizi mobili (internet) hanno registrato nel 2008 un peso sempre più rilevante, attestandosi intorno al 28%.

Il primo trimestre 2009 conferma che la situazione non è destinata a migliorarsi: le stime indicano una crescita potenziale dello 0,7%, ma i risultati delle trimestrali dei principali produttori (vedi Nokia) hanno gettato nello sconforto il Mercato. Tanto più che i dati previsionali sembrano ora venire tutti rivisti al ribasso.

La tecnologia WiMax barcolla nel buio specialmente in Italia e segna una battuta d’arresto a livello internazionale. Per Infonetics la sua declinazione mobile avrebbe già superato quella fissa – per uso e diffusione – fungendo da traino per una ripresa prevista nel 2010.

Commenti Facebook: