Telecom Italia e Telefonica: decisioni da prendere

Telecom Italia e Telefonica si trovano questi giorni a dovere fare i conti su alcune questioni a partire dal rinnovo del patto di sindacato tra i soci di Telco.

Il problema principale è la presenza della spagnola Telefonica in Telco, holding che controlla Telecom Italia.

Telefonica, infatti, detiene il 42,3 % dell’azionariato della holding italiana, e questo può rappresentare un problema essendo le due dirette concorrenti sul mercato.

La questione è tornata di grande attualità perchè a fine mese dovrà essere presa una decisione proprio sul rinnovo del patto sindacale tra i soci di Telco con scadenza ad aprile 2010.

Le visioni opposte si scontrano nelle persone di Paolo Romani, viceministro alle Comunicazioni, e Cesar Alierta, presidente di Telefonica, in quanto il primo promuove l’italianità di Telecom mentre il secondo è fiducioso nella cooperazione dei due gruppi.

Telefonica non è, quindi, intenzionata ad uscire da Telco e per Telecom questa non è la condizione migliore.

Anche il mondo politico e quelo finanziario si stanno interessando alla vicenda con proposte di nuovi scenari nel capitale Telco con ingressi ipotetici come quello di Mediaset anche se, per il momento, sono solo supposizioni.

Occorre, pertanto, aspettare fine mese per poter capire qualcosa di più a riguardo questa complicata vicenda.

ecom Italia e Telefonica si trovano questi giorni a dovere fare i conti su alcune questioni a partire dal rinnovo del patto di sindacato tra i soci di Telco.

Il problema principale è la presenza della spagnola Telefonica in Telco, holding che controlla Telecom Italia.

Telefonica, infatti, detiene il 42,3 % dell’azionariato della holding italiana, e questo può rappresentare un problema essendo le due dirette concorrenti sul mercato.

La questione è tornata di grande attualità perchè a fine mese dovrà essere presa una decisione proprio sul rinnovo del patto sindacale tra i soci di Telco con scadenza ad aprile 2010.

Le visioni opposte si scontrano nelle persone di Paolo Romani, viceministro alle Comunicazioni, e Cesar Alierta, presidente di Telefonica, in quanto il primo promuove l’italianità di Telecom mentre il secondo è fiducioso nella cooperazione dei due gruppi.

Telefonica non è, quindi, intenzionata ad uscire da Telco e per Telecom questa non è la condizione migliore.

Anche il mondo politico e quelo finanziario si stanno interessando alla vicenda con proposte di nuovi scenari nel capitale Telco con ingressi ipotetici come quello di Mediaset anche se, per il momento, sono solo supposizioni.

Occorre, pertanto, aspettare fine mese per poter capire qualcosa di più a riguardo questa complicata vicenda.

Commenti Facebook: