Telecom cambia le condizioni dell’abbonamento

Telecom Italia annuncia di aver cambiato le nuove Generali di Abbonamento Linea Base, nello specifico l’articolo 13, per tutelare maggiormente i casi abusi o irregolarità nell’uso del servizio, prevenendo eventuali addebiti o responsabilità, che potrebbero derivare da un utilizzo del servizio telefonico in modo improprio o difforme dalle norme contrattuali.

In particolare tale articolo avrà efficacia:

– dal 1° giugno 2010 per i Clienti che ricevono nel mese di aprile (lotto di fatturazione ‘pari’) la fattura, ove troveranno la comunicazione inerente la modifica contrattuale dell’articolo 13. Tali clienti in caso di non accettazione della stessa, avranno la facoltà di recedere dal contratto, senza applicazione di penali, ai sensi dell’art. 70, comma 4 del Codice delle Comunicazioni Elettroniche, dandone comunicazione scritta a Telecom Italia entro il 1° giugno stesso, tramite i consueti canali (Casella Postale 211 – 14100 Asti o fax 800000187);

– dal 1° luglio 2010 per i Clienti che ricevono nel mese di maggio (lotto di fatturazione ‘dispari’) la fattura, ove troveranno la comunicazione inerente la modifica contrattuale dell’articolo 13. Tali clienti potranno eventualmente recedere dal contratto con le medesime modalità di recesso sopra indicate entro il 1° luglio.

Dal 1° luglio 2010 saranno in vigore le nuove condizioni contrattuali anche per i clienti che richiedano l’attivazione del servizio telefonico di base a partire da tale data. Le condizioni contrattuali aggiornate saranno inviate direttamente alla clientela per posta a valle dell’attivazione del servizio.

lia annuncia di aver cambiato le nuove Generali di Abbonamento Linea Base, nello specifico l’articolo 13, per tutelare maggiormente i casi abusi o irregolarità nell’uso del servizio, prevenendo eventuali addebiti o responsabilità, che potrebbero derivare da un utilizzo del servizio telefonico in modo improprio o difforme dalle norme contrattuali.

In particolare tale articolo avrà efficacia:

– dal 1° giugno 2010 per i Clienti che ricevono nel mese di aprile (lotto di fatturazione ‘pari’) la fattura, ove troveranno la comunicazione inerente la modifica contrattuale dell’articolo 13. Tali clienti in caso di non accettazione della stessa, avranno la facoltà di recedere dal contratto, senza applicazione di penali, ai sensi dell’art. 70, comma 4 del Codice delle Comunicazioni Elettroniche, dandone comunicazione scritta a Telecom Italia entro il 1° giugno stesso, tramite i consueti canali (Casella Postale 211 – 14100 Asti o fax 800000187);

– dal 1° luglio 2010 per i Clienti che ricevono nel mese di maggio (lotto di fatturazione ‘dispari’) la fattura, ove troveranno la comunicazione inerente la modifica contrattuale dell’articolo 13. Tali clienti potranno eventualmente recedere dal contratto con le medesime modalità di recesso sopra indicate entro il 1° luglio.

Dal 1° luglio 2010 saranno in vigore le nuove condizioni contrattuali anche per i clienti che richiedano l’attivazione del servizio telefonico di base a partire da tale data. Le condizioni contrattuali aggiornate saranno inviate direttamente alla clientela per posta a valle dell’attivazione del servizio.

Commenti Facebook: