Tavola Rotonda politici FMI: al via la riforma moto

La Federazione Motociclistica Italiana (FMI)è riuscita ad organizzare una tavola rotonda per discutere con politici e rappresentanti del settore, della riforma moto in cantiere con l’emanazione del Nuovo Codice della Strada, atteso per il 2016. Per la FMI i motociclisti sono utenti deboli, da tutelare con norme più adeguate, e con infrastrutture che tengano conto della sicurezza. Ecco le novità previste dalla riforma moto.

Motociclisti utenti deboli. Arriva il nuovo Codice della Strada

La riforma moto è in cantiere, ma bisognerà attendere il 2016, la scadenza prefissata dal Governo per l’entrata in vigore del Nuovo Codice della Strada. L’attesa però non è passiva, almeno sul fronte FMI. La Federazione Motociclistica Italiana infatti ci tiene ad assicurarsi che le promesse governative vengano mantenute, e per fare ciò ha organizzato una tavola rotonda per discutere delle nuove norme.

All’incontro la FMI ha radunato politici, rappresentanti del settore motociclistico e associazioni ambientaliste, affinché la discussione sui temi caldi della riforma moto fosse il più concertata possibile. Riccardo Nencini, Viceministro delle Infrastrutture e del Trasporti intervenuto all’incontro, ha dimostrato di conoscere bene la materia, ed ha confermato la prossima emanazione di norme per tutelare i motociclisti (considerati utenti deboli) e i miglioramento delle infrastrutture per ovviare ai problemi di sicurezza sulle strade.

Le novità principali previste dalla riforma moto 2016 saranno la possibilità per i motocicli 125 di accedere in autostrada, la possibilità di percorrere corsie preferenziali e l’arrivo di una targa sostituiva da usare in gara per le enduro. Tuttavia c’è un argomento che non riesce a mettere d’accordo le parti: si tratta dell’ergastolo della patente, contestato da Altero Matteoli, Presidente della Commissione Lavori Pubblici.

Le buone notizie però non finiscono qui per i motociclisti, che grazie alla riforma del Codice delle Assicurazioni Private apportata dal Ddl Concorrenza 2015 potranno usufruire di sconti sull’Rc moto. Per confrontare le tariffe aggiornate, praticate da diverse compagnie, basta utilizzare il comparatore prezzi assicurazioni di SosTariffe.it.
Confronta preventivi RC moto

Commenti Facebook: