#taschevuote, cosa chiederanno i Consumatori al Governo

Alle 10.30 di oggi si terrà a Montecitorio il presidio #taschevuote, organizzato dalle associazioni dei consumatori Adiconsum, Adoc, Adusbef, Assoconsum, Cittadinanzattiva, Federconsumatori e Movimento Consumatori. Le associazioni chiederanno al Governo l’eliminazione dell’aumento del IVA, la detassazione delle famiglie e le imprese, la vigilanza sull’andamento di prezzi e tariffe, e l’adeguazione del servizio sanitario nazionale, tra altre richieste.

Risparmiare sulle bollette di casa per far fronte alla crisi
#Taschevuote, ecco cosa chiederanno le associazioni al Governo

Molti giornali parlano di ripresa economica, viste le previsioni di una imminente uscita dalla crisi. Tuttavia, le famiglie italiane non si sentono affatto vicine ad alcuna ripresa. La disoccupazione non molla, sopratutto quella giovanile che ha raggiunto il 39,5% (con il 51% delle giovani donne meridionale senza lavoro); la tassazione è ormai arrivata a limiti impensabili, e di conseguenza i consumi continuano a calare.

Per questo motivo, diverse Associazioni dei consumatori hanno lanciato il presidio #taschevuote, che si terrà oggi a Montecitorio alle ore 10.30.

Ecco alcune delle principali richieste che le associazioni presenteranno al Governo:

  • Eliminazione dell’aumento IVA previsto ad ottobre;
  • Detassazione a favore di famiglie a reddito fisso (lavoratori e pensionati), per impulsare la domanda interna;
  • Detassazione delle imprese, per rilanciare l’occupazione, fondamentalmente quella giovanile;
  • Efficace vigilanza sull’andamento delle tariffe e dei prezzi;
  • Introduzione del sistema delle tariffe sociali, a favore delle famiglie con reddito più basso;
  • Interventi per adeguare il servizio sanitario nazionale, riducendo le liste di attesa;
  • Un piano di rilancio degli investimenti per lo sviluppo e la ricerca;
  • Una definizione più chiara della nuova service tax.

Secondo le Associazioni, queste misure ed altri misure sono realizzabili utilizzando le risorse derivanti da una vera azione di contrasto all’evasione fiscale, così come di una lotta determinata a privilegi, inefficienze e sprechi.

 

 

Commenti Facebook: