Tariffe locali crescono del 4,9% in un anno: ecco come risparmiare

Con un aumento del 4,9% in un anno, le tariffe locali pesano sempre di più sulle famiglie italiane. A svuotare le loro tasche sono principalmente l’andamento dei trasporti, con rincari di oltre il 5% (urbani) e del 9% (extraurbani). Anche acqua, rifiuti, autostrade e telefonate spingono l’inflazione. Sebbene non possiamo fare altro che pagare queste tasse, possiamo risparmiare circa 1.200 euro scegliendo le tariffe adatte per le utenze di casa. Scopri come risparmiare.

Confronto Offerte ADSL

come tagliare le bollette famigliari cambiando gestore

Nel periodo maggio 2012-2013, le tariffe locali sono cresciute in media del 4,9%, soprattutto quelle tariffe a controllo locale, al di sopra di quelle a controllo nazionale (+3,5% in media). E’ quanto si legge nell‘Osservatorio “Prezzi e Mercati” di Unioncamere sull’andamento dei prezzi amministrati a controllo locale e nazionale, in uno studio condotto dall’Istituto di ricerca specializzato nelle indagini su distribuzione e servizi (Indis).

Secondo il presidente di Unioncamere, Ferruccio Dardanello, “Per rilanciare i consumi e accompagnare i segnali di ripresa dell’economia è indispensabile rallentare la corsa di tasse e tariffe, a cominciare da quelle locali. I tanti, piccoli mercati protetti che ancora resistono riducono il potere d’acquisto di famiglie e imprese e sono un freno alla ripresa“.

Occorre, spiega Dardanello, “più trasparenza della pubblica amministrazione per capire i meccanismi di formazione dei prezzi a livello locale e far sì che questi possano incentivare i comportamenti più virtuosi e penalizzare quelli più nocivi. L’uso intelligente delle tariffe di certi servizi – continua il presidente- può rivelarsi una leva importante per uno sviluppo locale più equo e sostenibile. A condizione di far crescere le capacità di monitoraggio e di gestione da parte dei comuni“.

Tariffe locali, quali sono i rincari?

Il principale rincaro sulle tariffe locali si trova nel settore dei trasporti: a maggio si stimano aumenti medi del 5,3% per il trasporto urbano e del 9,3% per i collegamenti extra urbani.

Anche i pedaggi autostradali sono saliti, in questo caso con una variazione tendenziale annua del +4,1% a fine maggio.

Per quanto riguarda le tariffe dell’acqua potabile, sono aumentati in media del 6.7% nel periodo in studio; le tariffe rifiuti urbani invece sono salite dal 4.7%.

Le tariffe postali a maggio hanno registrato un aumento tendenziale medio del 10,1%. Nello specifico, il prezzo della spedizione della corrispondenza di base in Italia è cresciuto del 17% (passando a 60 a 70 centesimi), mentre il servizio di raccomandata è aumentato del 9%, passando da 3,30 a 3,60 euro.

A livello nazionale, si è registrato un aumento interessante sulle tariffe telefoniche (+9,9%), per effetto del tariffario 2013 adottato dall’operatore nazionale.

Come risparmiare 1200 euro sulle bollette

Per risparmiare possiamo scegliere le tariffe più adatte per le utenze di casa, risparmiando circa 1.200 euro all’anno.

E’ possibile individuare rapidamente quali sono le offerte ADSL, luce e gas che meglio si adattano al tuo profilo, utilizzando il comparatore di tariffe di SosTariffe, che prende in considerazione tutti i parametri che compongono le diverse offerte e trovare con alcuni semplici click quella più conveniente per te.

Nel settore dell’ADSL i fornitori offrono sempre più offerte vantaggi, sopratutto per quanto riguarda le tariffe ADSL + Telefono Fisso. Queste offerte sono spesso le più convenienti, anche per chi non è particolarmente interessato ad effettuare chiamate, dato che la maggior parte non prevede il pagamento del canone Telecom.

Tra le tariffe più convenienti spicca Tutto Compreso di TeleTu, che consente un risparmio di 900 euro in 5 anni. L’attivazione costa 99 euro ma le chiamate sono gratuite -anche senza scatto alla risposta- e il modem è incluso.

Scopri di più su Tutto Compreso

Lo stesso risparmio (900 euro) è possibile con All Inclusive L di Infostrada, con la quale l’attivazione è piuttosto economica (10 euro) e include 30 minuti di telefonate al mese verso cellulari, oltre alle chiamate gratuite verso fisso.

Vedi All Inclusive L nel dettaglio

Ci sono moltissime offerte che consentono risparmi simili: per confrontarle tutte in maniera semplice e veloce utilizza il nostro comparatore tariffe ADSL.

Con le tariffe gas del mercato libero è possibile risparmiare più di 200 euro all’anno. Ad esempio, una famiglia numerosa (più di 5 persone) con consumi elevati (2.100 m3/anno) può risparmiare circa 205 euro all’anno con E-Light Gas di Enel Energia.

Scopri E-Light Gas di Enel Energia

Un risparmio simile (200 euro all’anno) è possibile attivando la tariffa Acea Rapida Gas, di Acea Energia.

Vai a Acea Rapida Gas

Per quanto riguarda le tariffe energia elettrica, una famiglia numerosa con consumi elettrici elevati (6.300 kWh/anno) ma che concentra la maggior parte dei consumi nelle fasce orarie agevolate -ovvero notte e weekend- può risparmiare circa 159 euro all’anno con E-Light Bioraria di Enel Energia.

Scopri E-Light Bioraria

Se invece si preferiscono le tariffe monorarie, magari perché c’è sempre qualcuno a casa o non si riesce a spostare la maggior parte dei consumi verso le ore più convenienti, la stessa famiglia numerosa può ancora risparmiare circa 100 euro all’anno con E-Light di Enel Energia nella versione monoraria.

Scopri E-Light di Enel Energia

Utilizza i nostri comparatori gratuiti di luce e gas per identificare facilmente la tariffa che più risparmio ti offre a seconda del tuo profilo.

Scopri le offerte Energia Elettrica

Commenti Facebook: