di

Tariffe dei servizi aumentate più dell'inflazione: lo studio Federconsumatori

Secondo un recente studio di Federconsumatori, negli ultimi 10 anni le tariffe dei servizi sono cresciute molto di più rispetto all'inflazione, ovvero ai prezzi medi dei beni e dei servizi. In questo modo, l’incidenza delle tariffe è sempre più pesante sulla spesa complessiva delle famiglie. Energia elettrica +48,6%, acqua +80,2%, rifiuti +66,1%: mentre l'inflazione è stata del +20,3. Ma si può risparmiare: basta scegliere l'operatore adeguato.

Tariffe dei servizi aumentate più dell'inflazione: lo studio Federconsumatori
Richiedi un preventivo per il tuo prestito

Secondo l’ultimo studio del Creef, Centro Ricerche Economiche Educazione e Formazione di Federconsumatori, che ha analizzato l’evoluzione delle tariffe dei servizi nell’ultimo decennio (2004-2014), esse sono cresciute molto più notevolmente dell’inflazione.

Nell’analisi si legge che le tariffe che sono aumentate in maniera più evidente sono quelle dell’acqua (+80,2%), dei rifiuti (+66,1%) e le tariffe energia elettrica (+48,6%), mentre nello stesso periodo l’inflazione è stata del +20,3%.

Tariffe Energia Elettrica per risparmiare 150 euro »

Il Creef ha poi diviso il confronto delle tariffe in due periodi:  pre-crisi (dal 2004 al 2008) e crisi (dal 2008 al 2014), evidenziando che le tariffe sono cresciute sopratutto durante il secondo periodo, dimostrando che la maggior concorrenza in alcuni servizi non è stata del tutto approfittata.

E le previsioni non sono positive, come spiega Mauro Zanini, Vice Presidente della Federconsumatori :“Quel che è peggio è che, alla luce dei tagli agli enti locali prospettati con la legge di stabilità, tali tariffe sono con tutta probabilità destinate a schizzare ulteriormente verso l’alto.

Una politica inaccettabile che comprometterà fortemente il potere di acquisto delle famiglie, già ridotto ai minimi termini, incidendo in maniera sempre più negativa e depressiva sull’intero andamento dell’economia”, conclude Zanini.

Con le offerte attuali si può risparmiare

Le tariffe sono cresciute, ma su quelle in cui il mercato è stato liberalizzato si può risparmiare. Ad esempio, e soprattutto dopo l’ultimo aumento della luce e il gas (+1,7% e +5,4% rispettivamente a partire dal 1° ottobre), con le offerte gas e luce del mercato libero si può tagliare le bollette del 10% circa.

Parliamo di risparmi che, per una famiglia di 5 persone, significano oltre 330 euro all’anno (consumi 6.300 kWh e 2.100 m3); il passaggio al mercato libero è gratuito, ricordiamo, e si può tornare in qualsiasi momento al servizio a maggior tutela (che però è soggetto alle modifiche del prezzo decise dall’AEEGSI ogni 3 mesi, mentre con il mercato libero si possono bloccare i prezzi durante 12 a 36 mesi, a seconda della proposta commerciale).

Confronto Offerte Gas »

Anche per avere l’ADSL a casa, una famiglia può risparmiare 180 euro all’anno, ad esempio, con l’offerta Jet di FASTWEB, giusto per menzionarne una; confrontate più proposte seguendo il link qui sotto:

Scopri le migliori offerte ADSL »

Scegliendo un’assicurazione online per l’auto o moto si possono risparmiare perfino 500 euro all’anno, e con i conti online a zero spese non c’è alcun onere da pagare durante tutto l’anno, in certi casi nemmeno l’imposta di bollo.

Confronta Preventivi Rc Auto »

Per comprovare tutte queste informazioni basta dare un’occhiata ai nostri comparatori, che sono gratuiti ed indipendenti e mettono a confronto le tariffe dei principali servizi: energia elettrica, gas, ADSL, Internet mobile, telefonia mobile, assicurazioni, conti, tv e prestiti.

Ti è piaciuto questo articolo? Vota per SosTariffe.it come miglior sito dell’anno e potrai vincere un MacBook Air e tanti altri premi: hai tempo fino al 21 Novembre!

Vota SosTariffe.it e vinci! »

Commenti Facebook: