Tariffe Conto Energia 2011 diminuite del 20%

Diminuiscono gli incentivi sul fotovoltaico: il nuovo Conto Energia 2011 vuole evitare il rischio di distorsione del mercato causato dagli bonus “generosi” per la produzione di energia rinnovabile

Nonostante le nuove tariffe del nuovo conto energia saranno ridotte di circa il 20% sulla base dei costi dei moduli fotovoltaici, il sistema incentivante resterà tra i più generosi al mondo. Le rassicurazioni arrivano direttamente dal sottosegretario allo Sviluppo Economico Stefano Saglia.

Le nuove linee guida per la realizzazione di impianti da fonti rinnovabili sono al vaglio del Governo e dovrebbero essere approvate tra maggio e giugno 2010 nella prossima riunione della Conferenza Stato-Regioni prevista per il 6 maggio. Il nuovo decreto sarà operativo dal primo gennaio 2011.

conto-energia-fotovoltaico-2011

Gli incentivi nel Conto Energia 2011 ridurranno le agevolazioni, in linea con il calo del costo dei pannelli solari (riduzione comune a tutte le energie rinnovabili). La diminuzione degli incentivi pari al 20% sarà comunque differenziato per l’uso e dimensione degli impianti. I clienti residenziali manterranno maggiori benefici.

Il nuovo Conto Energia ha l’obiettivo di triplicare la produzione di energia rinnovabile, oggi pari 1 GW degli impianti installati in Italia. Sarà comunque possibile usufruire delle tariffe per ulteriori 14 mesi dopo aver raggiunto il target.

Sul piatto il Governo ha messo 13 miliardi di euro privilegiando le zone del sud, ancora in deficit di fotovoltaico e di altre fonti rinnovabili.

Un grande input di innovazione verrà fatto nel settore pubblico in primis con le scuole cercando di rendere tutte le strutture autosufficienti per la produzione e consumo di energia elettrica.

Enel Green Power ha appena acquisito un impianto eolico da 20 megawatt in costruzione nella provincia di Trapani, mentre Repower (società svizzera) ha comprato attraverso Maestrale Green Energy (Theolia) il 39% del nuovo sistema eolico Giunchetto in provincia di Enna.

inuiscono gli incentivi sul fotovoltaico: il nuovo Conto Energia 2011 vuole evitare il rischio di distorsione del mercato causato dagli bonus “generosi” per la produzione di energia rinnovabile

Nonostante le nuove tariffe del nuovo conto energia saranno ridotte di circa il 20% sulla base dei costi dei moduli fotovoltaici, il sistema incentivante resterà tra i più generosi al mondo. Le rassicurazioni arrivano direttamente dal sottosegretario allo Sviluppo Economico Stefano Saglia.

Le nuove linee guida per la realizzazione di impianti da fonti rinnovabili sono al vaglio del Governo e dovrebbero essere approvate tra maggio e giugno 2010 nella prossima riunione della Conferenza Stato-Regioni prevista per il 6 maggio. Il nuovo decreto sarà operativo dal primo gennaio 2011.

conto-energia-fotovoltaico-2011

Gli incentivi nel Conto Energia 2011 ridurranno le agevolazioni, in linea con il calo del costo dei pannelli solari (riduzione comune a tutte le energie rinnovabili). La diminuzione degli incentivi pari al 20% sarà comunque differenziato per l’uso e dimensione degli impianti. I clienti residenziali manterranno maggiori benefici.

Il nuovo Conto Energia ha l’obiettivo di triplicare la produzione di energia rinnovabile, oggi pari 1 GW degli impianti installati in Italia. Sarà comunque possibile usufruire delle tariffe per ulteriori 14 mesi dopo aver raggiunto il target.

Sul piatto il Governo ha messo 13 miliardi di euro privilegiando le zone del sud, ancora in deficit di fotovoltaico e di altre fonti rinnovabili.

Un grande input di innovazione verrà fatto nel settore pubblico in primis con le scuole cercando di rendere tutte le strutture autosufficienti per la produzione e consumo di energia elettrica.

Enel Green Power ha appena acquisito un impianto eolico da 20 megawatt in costruzione nella provincia di Trapani, mentre Repower (società svizzera) ha comprato attraverso Maestrale Green Energy (Theolia) il 39% del nuovo sistema eolico Giunchetto in provincia di Enna.

Commenti Facebook: