Tariffe a prezzo bloccato o indicizzate: quali convengono di più?

Sul mercato libero dell’energia elettrica e il gas vi sono due categorie di tariffe ben conosciute: quelle a prezzo bloccato, che fissano il costo dell’energia e la materia prima del gas per 12 o 24 mesi, e le tariffe indicizzate che seguono il prezzo di riferimento deciso dall’Autorità per l’energia ogni 3 mesi o dal mercato all’ingrosso. Quali convengono di più?

tariffe a prezzo bloccato e indicizzate
A prezzo bloccato o indicizzate: la guida per capire le tariffe luce e gas più convenienti

Il mercato libero dell’energia e il gas è ricco di tariffe che si adattano ai più diversi profili dai clienti, e che si caratterizzano per offrire, nella maggior parte dei casi, prezzi più bassi rispetto la tariffa a maggior tutela. Ricordiamo che quest’ultima è quella che pagano tutti coloro che non hanno mai cambiato fornitore luce e/o gas sin dalla liberalizzazione del servizio nel 2007 e 2003, rispettivamente.

In linee generali, le tariffe gas e luce del mercato libero si distinguono in due grandi categorie:

  • Tariffe a prezzo bloccato: si caratterizzano per fissare il prezzo della componente energia o della materia prima del gas per 12 o 24 mesi (perfino 36 mesi in certi casi);
  • Tariffe indicizzate: il prezzo dell’energia e il gas non è fisso, ma segue l’andamento del prezzo di riferimento dell’Autorità o del mercato all’ingrosso italiano.

Le diverse società che operano nel mercato libero mettono a disposizione dell’utenza sia offerte a prezzo bloccato che indicizzate; alcune compagnie prevedono entrambe le categorie mentre altre lanciano proposte appartenenti solo a una delle due tipologie. Per conoscere le diverse tariffe energia elettrica e gas conviene utilizzare il comparatore di SosTariffe.it, che semplifica molto il confronto.
Confronta Tariffe Energia Elettrica

A prezzo bloccato o indicizzate: quali convengono di più?

Le tariffe a prezzo bloccato offrono il vantaggio di non essere soggette ad eventuali aumenti che possa decidere l’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico (AEEGSI) sul prezzo di riferimento dell’energia e il gas nei suoi aggiornamenti trimestrali. In effetti, pur se l’Autorità decidesse di aumentare i prezzi, i clienti del mercato libero che hanno attiva una tariffa a prezzo bloccato (durante il periodo in cui è fisso) non subiranno alcun cambio in bolletta.

In questa maniera, le offerte di questo tipo potrebbero essere le più convenienti in questo momento.

Tuttavia, bisogna considerare che le bollette che pagano questi clienti per la luce e il gas non verrebbero modificate in nessun caso, nemmeno se l’Autorità decidesse una riduzione dei prezzi di riferimento, situazione che si è verificata sia ad aprile scorso (luce -1,1% e gas -3,8%) che a gennaio 2015 (luce -3% e gas -0,3%). Il prossimo aggiornamento trimestrale, ricordiamo, è previsto per luglio.

I clienti invece che hanno attiva una tariffa indicizzata ai prezzi dell’Autorità, hanno beneficiato di questi tagli del 2015, sebbene abbiano subito un aumento importante del gas (+5,4%) e la luce (+1,7%) ad ottobre 2014.

Un’alternativa interessante è quella proposta da Hera Comm per la sua tariffa Prezzo Natura Web, che consente l’accesso ai prezzi all’ingrosso dell’energia elettrica e del gas naturale, che sono sempre stati riservati ai grandi operatori del settore.

Così, è possibile pagare un prezzo per la luce e il gas che è in linea con quello del mercato all’ingrosso. In più, attivando quest’offerta si riceve uno sconto aggiuntivo di 30 euro in bolletta, che diventano 60 euro per chi deciderà di attivare luce e gas con lo stesso pacchetto.
Scopri la proposta Hera Comm

Comunque sia, conviene cambiare fornitore

Per approfittare dei prezzi attuali, che sono più bassi rispetto quelli di qualche anno fa grazie alle diverse riforme attuate dall’AEEGSI, conviene sempre cambiare fornitore.

Si può scegliere una tariffa a prezzo bloccato se si desidera essere al riparo di eventuali aumenti che possano avvenire nel futuro, una tariffa indicizzata AEEGSI se si preferisci rimanere in linea con i prezzi in maggior tutela oppure una tariffa indicizzata al mercato all’ingrosso come quella di Hera Comm.

Con tutte le tipologie di tariffe attualmente si può risparmiare, perché la maggior parte prevede prezzi molto più bassi rispetto la maggior tutela, che consentono di tagliare le bollette del 10-15%.

Per maggiori informazioni consigliamo di confrontare le offerte con il comparatore di SosTariffe.it

Confronta Tariffe Gas

Commenti Facebook: