Tariffe a consumo per smartphone: tutte le offerte degli operatori

In un periodo storico in cui a farla da padrone sono abbonamenti, contratti, pacchetti ricaricabili tutto incluso e sottoscrizioni con l’acquisto di smartphone, le tariffe a consumo per la telefonia mobile spesso sono state considerate sempre meno considerate: riassumiamo, quindi, le migliori offerte degli operatori ed andiamo a scoprire i piani con il miglior rapporto qualità, prezzo e servizi offerti.

Un confronto tra le tariffe "a consumo" più convenienti

Per calcolare la tariffa mobile più adatta alle tue esigenze utilizza questo strumento:

La tariffa giusta per te

Cerca la tua tariffa

Chiamate
Consumo
100
1000
2000
Illimitati
Nessun filtro sui minuti
Messaggi
Consumo
50
200
500
Illimitati
Nessun filtro sugli sms
Internet
Consumo
1GB
10GB
30GB
+50GB
Nessun filtro sul traffico dati

Le tariffe di telefonia mobile “a consumo” sono sempre più rare e, per molti utenti, poco vantaggiose. Il mercato di telefonia, infatti, propone pacchetti completi estremamente vantaggiosi che permettono di utilizzare lo smartphone senza dover fare i conti con limiti particolarmente stringenti per quanto riguarda le chiamate, gli SMS e la navigazione in mobilità.

E’ molto facile, come mostra il comparatore di SosTariffe.it per offerte telefonia mobile, poter attivare una nuova offerta “tutto compreso” ad un prezzo inferiore ai 10 Euro al mese ed avere a disposizione un ricco bundle di minuti, messaggi e Giga per navigare. Le tariffe “a consumo” rappresentano, in ogni caso, ancora una alternativa e, per diversi utenti, possono rappresentare un’opzione da tenere in forte considerazione.

In generale, tutti gli operatori prevedono per le loro SIM dei piani “base” con tariffe a consumo (più o meno convenienti) che vengono utilizzate dall’utente che vuole utilizzare la SIM senza aver attivare alcun’offerta. Se si ha un’offerta con minuti, SMS e GB e si richiede la disattivazione, successivamente sarà possibile continuare ad utilizzare la SIM sfruttando la tariffa a consumo ad essa collegata. Nel caso in cui invece siate alla ricerca di una soluzione “base” SIM solo dati e vogliate scoprire le offerte più a basso costo, potete leggere questa guida.

Da notare che i piani “base” con tariffe “a consumo” si applicano in automatico quando si esauriscono i bundle di minuti, SMS e GB di traffico dati (per quanto riguarda i Giga spesso la navigazione si blocca per evitare extra costi e l’utente è libero di attivare pacchetti extra per continuare a navigare).

Tra le offerte più diffuse troviamo ad esempio Power29 di Tre, una tariffa base che prevede le seguenti caratteristiche:

  • 29 centesimi al minuto verso tutti;
  • 29 centesimi per ogni SMS;
  • 1 centesimo per ogni MB di navigazione internet;
  • canone mensile di 2,14 Euro se sulla SIM non è attiva un’offerta con minuti, SMS e GB inclusi;
  • attivazione e costo SIM gratuite.

Wind, invece, propone la tariffa Wind Easy, una soluzione “a consumo” molto basilare che presenta le seguenti caratteristiche:

  • 3 centesimi al minuto verso tutti;
  • 3 centesimi  per ogni SMS;
  • 24 centesimi per ogni MB di navigazione internet;
  • zero costi di attivazione;
  • 10 Euro in caso di acquisto nuova SIM.

Un’altra opzione simile offerta dallo stesso operatore è Wind Basic, che prevede:

  • 29 centesimi al minuto;
  • 29 centesimi per ogni SMS;
  • 1 centesimo per ogni MB di navigazione internet;
  • canone mensile pari a 2,14 Euro;
  • zero costi di attivazione;
  • 10 Euro per l’acquisto di una nuova SIM.

Le tariffe a consumo sono ancora convenienti?

Abbiamo visto, quindi, le tariffe a consumo per smartphone, tutte le tariffe degli operatori che possiamo definire “base”, senza alcun pacchetto chiamate, sms e/o Internet. Sono piani tariffari particolarmente adatti a coloro che non usano spesso il telefonino, che chiamano poco (o brevemente), che inviano pochi sms e soprattutto che non navigano sfruttando la connessione Internet mobile.

Come abbiamo detto inizialmente, le esigenze attuali degli utenti, soprattutto con l’avvento degli smartphone e della banda larga mobile, sono cambiate notevolmente e continuano a trasformarsi di anno in anno: l’uso delle tariffe a consumo è relegato ormai ai piani chiamati appunto “base”. Le tariffe base entrano in gioco quando i pacchetti attivi sul proprio numero scadono, vengono consumati oppure non vengono rinnovati. In alcuni casi esistono delle tariffe base ad hoc a seconda del pacchetto scelto.

Insomma, se siete tra i pochissimi che non fanno uso quotidiano di un telefonino, forse le tariffe a consumo possono fare a caso vostro: negli altri casi, invece, il nostro consiglio è quello di cercare delle offerte smartphone più complete, che offrano soprattutto chiamate e dati (gli sms sono sempre meno richiesti, sostituiti ormai dai servizi di Instant Messaging come WhatsApp, Telegram e Facebook Messenger, anche se molte compagnie li includono ancora nei propri pacchetti, a prezzi più che interessanti).

Per trovare più rapidamente le tariffe più adatte alle vostre esigenze, vi consigliamo di utilizzare il nostro comparatore di tariffe cellulari: impostando i filtri in base al vostro modo di usare il telefono e i servizi di telefonia avrete la possibilità di confrontare in pochi click le migliori tariffe del momento, consentendovi di attivarle subito se interessati.

Confronta Tariffe Mobile

Commenti Facebook: