Tagliando assicurativo autentico? La Cassazione approva il risarcimento

Una Sentenza della Corte di Cassazione pubblicata due giorni fa ribadisce il diritto al risarcimento se il tagliando assicurativo è autentico, nulla rilevando in tal caso il mancato pagamento dell’Rc auto. Il danneggiato in un sinistro dunque è tutelato in caso di Rc auto scaduta, a differenza dell’assicurato, che dovrà subire la rivalsa dell’assicurazione. Ecco il contenuto della Sentenza n. 293/2015 del 13 gennaio.

Rivalsa del'assicurazione su chi non paga l'Rc auto

Con la Sentenza n. 293/2015 del 13 gennaio la Corte di Cassazione ha ribadito il quali casi il danneggiato in un sinistro ha diritto al risarcimento da parte dell’assicurazione. I giudici hanno chiarito che ciò che rileva è che il tagliando assicurativo sia autentico, non anche che il rapporto assicurativo sia valido.

Il tagliando assicurativo ha la funzione di tutelare i danneggiati che facciano affidamento sulle informazioni in esso contenute, anche se l’assicurato non paga l’Rc auto o se questa è scaduta. L’unico caso in cui l’assicurazione può opporsi alla richiesta di risarcimento è quando sia stata effettuata la sospensione della copertura assicurativa con mancato pagamento del premio o della rata del premio relativa al periodo successivo a quello indicato come scadenza nel certificato.

In caso di mancato pagamento dell’Rc auto o Rc auto scaduta il danneggiato avrà comunque diritto al risarcimento, cosa che non accade quando il rapporto assicurativo sia inesistente, ovvero in tutti i casi di falsificazione o contraffazione del tagliando assicurativo. In queste ultime ipotesi l’unica via per ottenere un indennizzo è fare richiesta al Fondo per le Vittime della Strada.
Confronta preventivi RC auto
La Corte precisa come il danneggiato inoltre, non è tenuto ad effettuare accertamenti sul pagamento dell’assicurazione, ma si può limitare a far affidamento all’apparenza della situazione. Bastano il rilascio del tagliando assicurativo e la sua esposizione sull’auto a fare fede nella causa per il risarcimento.

Le cose stanno diversamente per l’assicurato,il quale subirà la rivalsa dell’assicurazione per non aver pagato l’Rc auto. Ciò significa che quanto liquidato dall’assicurazione nella causa per il risarcimento del danno sarà richiesto indietro senza nessuno sconto. L’azione di rivalsa della compagnia può superare il valore del danno facilmente, soprattutto quando si aggiungono le spese legali.

Per evitare che l’azione di rivalsa dell’assicurazione – strettamente legata al mancato pagamento della stessa – prosciughi il portafogli è bene tutelarsi stipulando le assicurazioni più economiche in circolazione. Trovare l’Rc auto o l’Rc moto più economica è semplice confrontando le tariffe sul web: la richiesta di preventivi è gratuita e l’assicurazione personalizzabile secondo ogni esigenza.
Confronta preventivi RC moto

Commenti Facebook: