Tablet e smartphone danneggiano l’apprendimento dei piccoli?

Secondo quanto affermato da uno studio presentato durante il congresso delle Pediatric Academic Societies and Asian Society for Pediatric Research, l’utilizzo eccessivo di tablet e smartphone danneggerebbe le opportunità di celere apprendimento da parte dei piccoli.

Tablet e smarphone controproducenti per i neonati
Tablet e smarphone controproducenti per i neonati

Stando alle analisi effettuati dagli esperti del Cohen Childrens’ Medical Center di New York, condotto su un campione di 63 coppie i cui figli hanno avuto il primo rapporto con un device a schermo tattile a 11 mesi di età, per 17,5 minuti al giorno (e con punte di 4 ore), un uso intensivo dei dispositivi touchscreen non solo non è utile per imparare più in fretta ma, di contro, ritarderebbe le opportunità di un pronto apprendimento da parte delle nuove generazioni.

Confronta le migliori offerte telefonia »

Il tutto, si potrà ben osservare, mentre il 60% dei genitori si dice convinto che l’utilizzo di tale dispositivi possa produrre un beneficio nell’educazione dei piccoli. Purtroppo per tale convincimenti, i monitoraggi compiuti dai ricercatori hanno dimostrato che coloro i quali giocavano con app educative maturavano un ritardo consistente nello sviluppo del linguaggio.

Per quanto concerne le principali attività fruite dai bimbi davanti al display tattile, la quota più rilevante (il 30%) dichiara di trattenersi a guardare show educativi, il 26% ad usare app educazionali, il 28% a premdere a caso lo schermo.

Commenti Facebook: