Switch-over Parma Piacenza, Raidue e Rete4 passano al DTT

A Parma e Piacenza, e nei comuni delle due province, da domani 18 maggio non saranno più visibili Raidue e Rete4 sull’analogico, con questi due canali inizia lo switch-over dell’area.

Il passaggio al digitale terrestre di Raidue e Rete4 segna l’inizio del processo che terminerà tra settembre-ottobre con lo switch-off, lo spegnimento totale del segnale analogico. Gli oltre cento canali gratis e a pagamento rappresentano sicuramente un vantaggio del digitale, il principale svantaggio per le famiglie in Emilia-Romagna è rappresentato invece, dall’onere di dover acquistare un televisore con decoder integrato oppure un decoder esterno.

Esiste la possibilità per i residenti a Piacenza e Parma di accedere al bonus statale di 50 euro, alla condizione di avere almeno 65 anni, un reddito inferiore a 10 mila euro e i richiedenti dovranno dimostrare inoltre di non avere debiti di canone Rai. Tutti gli altri dovranno invece pagare il dispositivo, integrato o esterno, di tasca propria.

iacenza, e nei comuni delle due province, da domani 18 maggio non saranno più visibili Raidue e Rete4 sull’analogico, con questi due canali inizia lo switch-over dell’area.

Il passaggio al digitale terrestre di Raidue e Rete4 segna l’inizio del processo che terminerà tra settembre-ottobre con lo switch-off, lo spegnimento totale del segnale analogico. Gli oltre cento canali gratis e a pagamento rappresentano sicuramente un vantaggio del digitale, il principale svantaggio per le famiglie in Emilia-Romagna è rappresentato invece, dall’onere di dover acquistare un televisore con decoder integrato oppure un decoder esterno.

Esiste la possibilità per i residenti a Piacenza e Parma di accedere al bonus statale di 50 euro, alla condizione di avere almeno 65 anni, un reddito inferiore a 10 mila euro e i richiedenti dovranno dimostrare inoltre di non avere debiti di canone Rai. Tutti gli altri dovranno invece pagare il dispositivo, integrato o esterno, di tasca propria.

Commenti Facebook: