Switch-over: DTT in Lombardia, Piemonte ed Emilia Romagna

In Lombardia esclusa Mantova, in Piemonte orientale (Alessandria, Asti, Biella, Novara, Vercelli, Vebano-Cusio-Ossola) e nelle province di Piacenza e Parma inizierà il 18 maggio lo switch-over verso il digitale terrestre.

In questa fase passeranno al segnale digitale Raidue e Retequattro,mentre dal 25 settembre fino al 20 ottobre  con lo switch-off, tutti i canali analogici verranno spenti per passare definitivamente alla Digitale Terrestre. Sarà possible anche avere accesso alla piattaforma dei contenuti a pagamento sul digitale terrestre.

DGTVi ha organizzato il 3 e 4 maggio, al Teatro del Verme di Milano, la Quinta Conferenza Nazionale sulla TV digitale intitolata “L’Italia è Digitale”. La conferenza avrà come punti cardine la discussione delle criticità e delle positività attuali. Secondo il presidente di DGTVi entro la fine del 2010 la diffusione del digitale raggiungerà una diffusione del 70%. Per anticipare i tempi della copertura dell’intero territorio nazionale il consorzio ha ipotizzato di passare direttamente allo switch-off a partire da ottobre.

In tutta Italia esclusi i canali generalisti Rai, Mediaset e La7 l’ascolto degli altri canali del  Digitale Terrestre arriva a quota  9.7 di share, invece, nelle aree  All Digital la percentuale sale al 19.1%.

a esclusa Mantova, in Piemonte orientale (Alessandria, Asti, Biella, Novara, Vercelli, Vebano-Cusio-Ossola) e nelle province di Piacenza e Parma inizierà il 18 maggio lo switch-over verso il digitale terrestre.

In questa fase passeranno al segnale digitale Raidue e Retequattro,mentre dal 25 settembre fino al 20 ottobre  con lo switch-off, tutti i canali analogici verranno spenti per passare definitivamente alla Digitale Terrestre. Sarà possible anche avere accesso alla piattaforma dei contenuti a pagamento sul digitale terrestre.

DGTVi ha organizzato il 3 e 4 maggio, al Teatro del Verme di Milano, la Quinta Conferenza Nazionale sulla TV digitale intitolata “L’Italia è Digitale”. La conferenza avrà come punti cardine la discussione delle criticità e delle positività attuali. Secondo il presidente di DGTVi entro la fine del 2010 la diffusione del digitale raggiungerà una diffusione del 70%. Per anticipare i tempi della copertura dell’intero territorio nazionale il consorzio ha ipotizzato di passare direttamente allo switch-off a partire da ottobre.

In tutta Italia esclusi i canali generalisti Rai, Mediaset e La7 l’ascolto degli altri canali del  Digitale Terrestre arriva a quota  9.7 di share, invece, nelle aree  All Digital la percentuale sale al 19.1%.

Commenti Facebook: