Swisscom lancia OPA su Fastweb. Obiettivo delisting

Swisscom ha deciso di sottoporre un’offerta pubblica d’acquisto ai rimanenti azionisti di Fastweb. Obiettivi dell’OPA: rilevare tutte le restanti quote di minoranza di Fastweb e ottenere il controllo totale della società di TLC italiana, insieme alla revoca del titolo Fastweb dalla quotazione presso la Borsa di Milano.

L’OPA ha per oggetto la totalità delle azioni Fastweb, rappresentative del 17,918% del capitale della stessa Fastweb, per un corrispettivo d’offerta di 18 euro per singola azione. Il prezzo d’acquisto totale ammonta a 256 milioni di euro. L’OPA rivolta ai rimanenti azionisti di Fastweb, sottolinea Swisscom, non pregiudicherà l’identità di azienda italiana di Fastweb, che secondo la società di telecomunicazioni leader in Svizzera rappresenta una valida alternativa al tradizione operatore italiano e prosegue con forza nell’opera di realizzazione di ingenti investimenti nell’infrastruttura di rete in Italia.

Swisscom è già titolare, in via indiretta, dell’82,082% delle azioni di Fastweb, che aveva rilevato sia con la prima OPA nel maggio 2007 sia attraverso precedenti acquisti sul mercato. Da quando Swisscom ha acquisito la maggioranza del capitale sociale, Fastweb ha registrato una forte crescita e, al 30 giugno 2010, vantava circa 1.693.800 clienti per servizi a banda larga. Nel 2009, Fastweb ha raggiunto un fatturato di 1.853 milioni di euro e un utile operativo (EBIT) di 138 milioni di euro. Swisscom crede in una potenziale ulteriore crescita nel mercato italiano e nelle opportunità di sviluppo di Fastweb, e si concentrerà su entrambi i mercati chiave della Svizzera e dell’Italia.

In merito ai dettagli dell’OPA, Swisccom corrisponderà un prezzo di acquisto di 18 euro in contanti per singola azione, vale a dire un premio del 40% sulla media delle quotazioni Fastweb degli ultimi sei mesi e del 34,6% in relazione al corso ufficiale del titolo di martedì scorso.

Un delisting poco generoso secondo alcuni osservatori, che però invitano ad aderire all’offerta pubblica d’acquisto. I 18 euro fissati da Swisscom, evidenziano altri analisti, rappresentano approssimativamente il valore di Fastweb prima dell’inchiesta giudiziaria che ha coinvolto il fondatore di Fastweb Silvio Scaglia.

Per la completa acquisizione di Fastweb, Swisscom prevede di sostenere un costo complessivo fino a un massimo di 256 milioni di euro. E per il relativo finanziamento si avvarrà di fondi propri o delle linee di credito attualmente disponibili. A prescindere dal successo dell’OPA, Swisscom sarà comunque in grado di corrispondere nel 2011 un dividendo di ammontare almeno equivalente a quello pagato l’anno precedente, e di mantenere anche le disponibilità finanziarie necessarie ad altre eventuali operazioni.

Swisscom depositerà nei prossimi giorni il documento d’offerta presso la Consob, l’autorità italiana di vigilanza sulle società quotate in Borsa. L’OPA sarà subordinata al raggiungimento di una soglia di almeno il 95% del capitale di Fastweb. Il periodo di offerta inizierà quanto prima, a seguito dell’ottenimento dell’autorizzazione da parte della Consob.

ext-align: left”>Swisscom ha deciso di sottoporre un’offerta pubblica d’acquisto ai rimanenti azionisti di Fastweb. Obiettivi dell’OPA: rilevare tutte le restanti quote di minoranza di Fastweb e ottenere il controllo totale della società di TLC italiana, insieme alla revoca del titolo Fastweb dalla quotazione presso la Borsa di Milano.

L’OPA ha per oggetto la totalità delle azioni Fastweb, rappresentative del 17,918% del capitale della stessa Fastweb, per un corrispettivo d’offerta di 18 euro per singola azione. Il prezzo d’acquisto totale ammonta a 256 milioni di euro. L’OPA rivolta ai rimanenti azionisti di Fastweb, sottolinea Swisscom, non pregiudicherà l’identità di azienda italiana di Fastweb, che secondo la società di telecomunicazioni leader in Svizzera rappresenta una valida alternativa al tradizione operatore italiano e prosegue con forza nell’opera di realizzazione di ingenti investimenti nell’infrastruttura di rete in Italia.

Swisscom è già titolare, in via indiretta, dell’82,082% delle azioni di Fastweb, che aveva rilevato sia con la prima OPA nel maggio 2007 sia attraverso precedenti acquisti sul mercato. Da quando Swisscom ha acquisito la maggioranza del capitale sociale, Fastweb ha registrato una forte crescita e, al 30 giugno 2010, vantava circa 1.693.800 clienti per servizi a banda larga. Nel 2009, Fastweb ha raggiunto un fatturato di 1.853 milioni di euro e un utile operativo (EBIT) di 138 milioni di euro. Swisscom crede in una potenziale ulteriore crescita nel mercato italiano e nelle opportunità di sviluppo di Fastweb, e si concentrerà su entrambi i mercati chiave della Svizzera e dell’Italia.

In merito ai dettagli dell’OPA, Swisccom corrisponderà un prezzo di acquisto di 18 euro in contanti per singola azione, vale a dire un premio del 40% sulla media delle quotazioni Fastweb degli ultimi sei mesi e del 34,6% in relazione al corso ufficiale del titolo di martedì scorso.

Un delisting poco generoso secondo alcuni osservatori, che però invitano ad aderire all’offerta pubblica d’acquisto. I 18 euro fissati da Swisscom, evidenziano altri analisti, rappresentano approssimativamente il valore di Fastweb prima dell’inchiesta giudiziaria che ha coinvolto il fondatore di Fastweb Silvio Scaglia.

Per la completa acquisizione di Fastweb, Swisscom prevede di sostenere un costo complessivo fino a un massimo di 256 milioni di euro. E per il relativo finanziamento si avvarrà di fondi propri o delle linee di credito attualmente disponibili. A prescindere dal successo dell’OPA, Swisscom sarà comunque in grado di corrispondere nel 2011 un dividendo di ammontare almeno equivalente a quello pagato l’anno precedente, e di mantenere anche le disponibilità finanziarie necessarie ad altre eventuali operazioni.

Swisscom depositerà nei prossimi giorni il documento d’offerta presso la Consob, l’autorità italiana di vigilanza sulle società quotate in Borsa. L’OPA sarà subordinata al raggiungimento di una soglia di almeno il 95% del capitale di Fastweb. Il periodo di offerta inizierà quanto prima, a seguito dell’ottenimento dell’autorizzazione da parte della Consob.

Commenti Facebook: