Superbonus 110%: raddoppia il tetto per l'ecobonus sul fotovoltaico

L'ultima risoluzione dell'Agenzia delle Entrate conferma il raddoppio del tetto per il Superbonus 110% legato alla realizzazione di un impianto fotovoltaico. Come chiarito dall'Agenzia, infatti, l'installazione di un impianto fotovoltaico con il montaggio, anche non contestuale, di un sistema di accumulo garantisce un raddoppio del limite di spesa detraibile che passa da 48 mila a 96 mila Euro. Ecco tutti i dettagli sul nuovo bonus.

Superbonus 110%: raddoppia il tetto per l'ecobonus sul fotovoltaico

Con la risoluzione N.60/E del 28 settembre 2020, l’Agenzia delle Entrate chiarisce una delle questioni aperte legate al Superbonus 110% andando a confermare il raddoppio del limite di spesa per la realizzazione di impianti fotovoltaici. Come chiarito dall’Entrate, infatti, il limite massimo della spesa detraibile ricorrendo al nuovo Superbonus 110% è di 96 mila Euro invece che i precedenti 48 mila Euro.

Per raggiungere tale limite è necessario effettuare l’installazione di un impianto fotovoltaico accompagnato dal montaggio di un sistema di accumulo (che può avvenire anche successivamente all’installazione dell’impianto stesso). I contribuenti che realizzeranno questo tipo di intervento, quindi, potranno beneficiare di un limite di spesa di ben 96 mila Euro con cui sfruttare il Superbonus 110%.

Ottieni un preventivo gratuito per la realizzazione di un impianto fotovoltaico »

La normativa sul Superbonus 110% è molto chiara. L’accesso alla detrazione fiscale, infatti, presenta precisi limiti di spesa (legati anche alla potenza nominale dell’impianto) oltre che il rispetto di una serie di requisiti necessari per poter ottenere l’agevolazione. I contribuenti interessati all’accesso alla detrazione dovranno rispettare due requisiti essenziali. In particolare, è prevista la realizzazione di almeno un intervento “trainante”. Tale tipologia di interventi è necessaria per l’accesso alla detrazione per qualsiasi intervento “trainato”, categoria in cui rientra l’installazione di pannelli fotovoltaici e relativi sistemi di accumulo.

Come funziona il Superbonus 110% per il fotovoltaico

Per accedere alla detrazione del 110% per gli interventi relativi all’installazione di impianti fotovoltaici è necessario:

  • effettuare l’installazione di impianti solari fotovoltaici connessi alla rete elettrica; è previsto un limite di spesa di 2400 Euro per ogni kW di potenza nominale dell’impianto installato
  • effettuare, contestualmente o successivamente all’installazione dell’impianto fotovoltaico, anche l’installazione di sistemi di accumulo integrati; il limite di spesa è di 1.000 Euro per ogni kWh

L’accesso alla detrazione prevista dal Superbonus per la realizzazione di impianti fotovoltaici è subordinato alla realizzazione di almeno un intervento “trainante”. La normativa, infatti, prevede una serie di interventi definiti “trainanti” che sono necessari per l’accesso al Superbonus. Accanto a questi interventi è possibile collegare la realizzazione di interventi “trainati” in cui rientra anche la realizzazione di impianti fotovoltaici con sistemi di accumulo.

Tra gli interventi “trainanti” troviamo:

  •  realizzazione del cappotto termico che prevede un “isolamento termico delle superfici opache verticali, orizzontali e inclinate che interessano l’involucro dell’edificio“. L’intervento deve presentare un’incidenza superiore al 25% della “superficie disperdente lorda dell’edificio” oppure “dell’unità immobiliare situata all’interno di edifici plurifamiliari che sia funzionalmente indipendente e disponga di uno o più accessi autonomi dall’esterno”; il limite di spesa previsto per gli edifici unifamiliari o per le unità immobiliari indipendenti è di 50 mila Euro mentre per gli edifici con più unità immobiliari è previsto un limite di spesa di 40 mila per unità immobiliare (se l’edificio è composto da 2 a 8 unità immobiliari) oppure 30 mila (se l’edificio è composto da più di 8 unità)
  • sostituzione di impianti di climatizzazione invernale già esistenti nelle parti comuni con impianti centralizzati per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria con pompe di calore, impianti geotermici, ibridi, anche in abbinamento ai impianti fotovoltaici (con o senza accumulo) o impianti di microgenerazione; il limite di spesa per gli edifici fino ad 8 unità immobiliari è di 20 mila Euro per unità mentre per gli edifici da più di otto unità è di 15 mila Euro
  • sostituzione di impianti di climatizzazione invernale sugli edifici unifamiliari o sulle unità immobiliari di edifici plurifamiliari funzionalmente indipendenti; la normativa prevede un limite di spesa di 30 mila Euro per singola unità immobiliare

Per l’accesso al Superbonus per la realizzazione di un impianto fotovoltaico è necessario rispettare un altro requisito. Come previsto dalla normativa, infatti, l’energia non autoconsumata o non condivisa con l’autoconsumo dovrà essere ceduta al Gestore dei servizi energetici (GSE) nelle modalità previste dalla normativa vigente. Il mancato rispetto di una delle due condizioni (realizzazione di un intervento trainante e cessione dell’energia non consumata al GSE) comporterà l’impossibilità di accedere alla detrazione prevista dal Superbonus 110% per la realizzazione di impianti fotovoltaici.

Commenti Facebook: