Successo per il lancio di emissione obbligazionaria di A2A

Grazie al livello dei tassi particolarmente conveniente, A2A è appena tornata sul mercato obbligazionario con due operazioni, il riacquisto di un prestito obbligazionario in scadenza nel 2016 da un miliardo di euro e una nuova emissione da 300 milioni, con l’obiettivo di rifinanziare la parte del bond che verrà rimborsata.

A2A
Il piano industriale è atteso per il prossimo aprile

La strategia messa a punto da A2A è quella di ridurre il tasso medio del debito, allungando la sua durata media grazie all’ottimizzazione del profilo temporale delle scadenze. L’emissione obbligazionaria ha registrato ordini corrispondenti a dodici volte l’ammontare offerto, in attesa del piano industriale di A2A e A2A Energia che secondo i piani verrà presentato il prossimo aprile.

Le obbligazioni, con cedola annua di 1,75%, sono state collocate ad un prezzo di emissione pari a 99,221%, con uno spread di 110 punti base rispetto al tasso di riferimento midswap. L’offerta di riacquisto parziale delle obbligazioni con scadenza 2016 si chiuderà il prossimo martedì, 24 febbraio. Il regolamento del prestito obbligazionario è atteso per il prossimo 25 febbraio.
Scopri Prezzo Sicuro Web+ »
L’operazione di collocamento è stata curata da Banca IMI, Barclays, BNP Paribas e UniCredit in qualità di Joint Bookrunner, mentre quella di Tender Offer è curata da Barclays e BNP Paribas. Ai titoli rappresentativi del prestito obbligazionario verrà poi assegnato un rating da parte di Moody’s e Standard&Poor’s.

Commenti Facebook: