Subentro e voltura luce, come si fa?

Devi fare un subentro o una voltura di una fornitura di energia elettrica a casa, e non sai come si fa? Nessun problema: Enel Energia, compagnia leader del mercato energetico italiano, ci spiega nel dettaglio la procedura di subentro e voltura luce: come si fa la richiesta, quanto costa, quali documenti servono e qual è la tempistica prevista.

voltura subentro procedura costo
Ecco come effettuare una voltura o un subentro, e quanto costa

1. Subentro: attivazione su contatore disattivato

Il subentro è la riattivazione di un servizio di fornitura di energia elettrica su un punto di riconsegna che ha già erogato energia (non necessariamente con Enel Energia), ma che risulta attualmente suggellato/disattivato.

Documenti per il subentro luce

  • codice POD;
  • indirizzo esatto della fornitura;
  • dati anagrafici;
  • codice fiscale / partita IVA (per i clienti business).

La richiesta può essere telefonica, scritta, via fax, o presso un Punto Enel.

Quanto costa il subentro luce?

Il costo di un subentro è stabilito annualmente dall'AEEGSI per la remunerazione delle spese amministrative del distributore; solitamente si aggira intorno ai 30 euro e viene addebitato nella prima bolletta.

Tempistica del subentro luce

La richiesta di subentro viene immediatamente trasmessa al distributore che entro 5 giorni deve eseguire il lavoro.

Tariffe Luce per Subentro »

2. Voltura con accollo (su contatore attivo)

Il processo indica il cambio di intestazione di uno o più servizi attivi da un cliente ad un altro.

Tecnicamente consiste nella “cessazione” dei servizi intestati al Cliente uscente e l’attivazione di un nuovo contratto per gli stessi servizi al Cliente entrante con accollo da parte di quest’ultimo delle condizioni contrattuali / commerciali del Cliente uscente.

La voltura è possibile solo se il cliente resta con lo stesso fornitore luce. Per saperne di più, leggi il nostro articolo sulla Voltura Enel.

Chi può richiedere la voltura con accollo?

La voltura con accollo può essere evasa solo su richiesta scritta del cliente e nei seguenti casi:

  • successione mortis causa e separazione/divorzio per i residenziali;
  • acquisizione, fusione e modifica intestazione societaria per i business.

Documenti per richiedere la voltura con accollo

Occorre un’autocertificazione o il documento attestante lo stato che dà diritto alla voltura con accollo, accompagnato da un documento di identità del dichiarante/richiedente.

Per la compilazione della richiesta sono necessari:

  • i dati anagrafici del nuovo intestatario;
  • il recapito telefonico;
  • il codice POD;
  • C.F. del cliente uscente.

Quanto costa la voltura con accollo?

La voltura con accollo non prevede costi.

Tempistica della voltura con accollo

La voltura è attiva dal primo giorno del mese successivo a quello in cui è avvenuta la richiesta a seguito della ricezione dei documenti correttamente compilati e debitamente firmati.

3. Voltura senza accollo (su contatore attivo)

Il processo indica sempre il cambio di intestazione di uno o più servizi attivi da un cliente ad un altro.

Come nel caso della voltura con accollo, la richiesta di voltura può essere telefonica, scritta, via fax, personalmente.

Dati per richiedere la voltura senza accollo

  • dati anagrafici (codice fiscale e partita IVA per business);
  • recapito telefonico;
  • Lettura del contatore possibilmente per fascia (Se non è coerente verrà considerata valida la lettura comunicata dal Distributore)
  • il POD/PDR.

Costi della voltura senza accollo

Il costo di una voltura gas varia in base alle convenzioni esistenti tra i singoli comuni (proprietari delle reti) e distributori locali e viene addebitato nella prima bolletta.

Tempistica della voltura senza accollo

La voltura viene espletata immediatamente senza dover attendere la ricezione della documentazione da parte del cliente che comunque riceve il plico contrattuale da rispedire.

Per inserire correttamente la voltura è necessario che non siano presenti operazioni in corso incompatibili con la voltura, come: modifica potenza, tensione e impianto, disdetta , switch passivo, rinnovo , ricontrattualizzazione, subentro, variazione d’uso gas.

Cambiare fornitore può convenire di più

Infine, ricordiamo che cambiare fornitore può essere più conveniente che semplicemente effettuare un subentro o una voltura.

Passando al mercato libero attualmente è possibile risparmiare cifre considerevoli, grazie alle nuove proposte commerciali delle società. C'è da considerare, inoltre, che non tutte le tariffe luce o gas sono attivabili in situazioni di subentro, voltura e nuove attivazioni. Per questo motivo, SosTariffe.it ha predisposto un apposito filtro che consente di individuare unicamente le tariffe sottoscrivibili in ogni situazione.

Tariffe Luce per Voltura »

Selezionando il filtro adeguato tra voltura, subentro e nuove attivazioni è possibile adattare la ricerca alla propria situazione in particolare, evitando di perdere tempo con l'analisi di proposte commerciali che alla fine risulteranno non sottoscrivibili.

Consulta l'elenco completo sul nostro portale e scegli le tariffe luce e gas che meglio si adattano alle tue esigenze.
Confronta Tariffe Energia Elettrica

Commenti Facebook: