Storia dell’informatica e arte si fondono nell’Open Campus di Tiscali

A partire da oggi il provider sardo Tiscali apre lo spazio Open Campus, dedicato alle innovazione e le nuove idee.

Presentato oggi alle 18.30 il progetto c(on)nessioni di Tellas e Campidarte

Alle 18:30, infatti, presso il campus del carrier a Sa Illetta, verrà presentato “c(on)nessioni”: si tratta di un progetto nato dalla collaborazione tra lo street artist Tellas e il collettivo di designer Campidarte e che, come si può leggere sul comunicato ufficiale, è stato “concepito per donare allo spazio di Open Campus un carattere ancora più forte e distintivo”.

Scopri le offerte Tiscali

Faranno parte del progetto alcuno pezzi di una collezione privata donata a Tiscali da un collezionista di hardware, Dietrich Steinmetz e descritta da Alice Soru, la responsabile dell’Open Campus, come una raccolta che “farebbe invidia alle industrie più blasonate del settore, grazie ad una selezione di processori, computer, memorie, etc…, che ripercorrono la storia dell’Informatica dagli anni ’70 ad oggi.

Un’idea molto particolare e originale, quindi, per riassumere l’innovazione tecnologica e fonderla con l’arte: “immagini dipinte sui muri ed una collocazione nello spazio contestualizzata”, per vedere come sono cambiate le memorie di massa, come si sono evoluti i computer e come il settore del gaming e dello svago sia stato influenzato notevolmente dall’informatica negli ultimi decenni.

Si tratterà di un vero e proprio salto nel passato e di raffronti con il presente, tra nostalgia e passione per la tecnologia. Appuntamento, quindi, nel tardo pomeriggio nella sede del provider: il Campus di TIscali si trova a Sa Illetta, in Sardegna, tra lo Stagno di Santa Gilla e la S.S. 195.

Commenti Facebook: