Stop roaming: nessun rinvio, i chiarimenti

Nei giorni scorsi era emersa l’ipotesi di un possibile rinvio per la fine del roaming in Europa con una deroga di un anno in arrivo per tutti gli operatori di telefonia in Italia. Nella giornata di oggi però è arrivata l’attesa smentita. Dal prossimo 15 di giugno ci sarà la fine dei sovraccosti di roaming in Europa. 

Dal 15 giugno stop ai costi di roaming in Europa

I costi di roaming in Europa sono destinati a fine molto presto. Il direttore generale della Dg Connect della Commissione UE Roberto Viola, interrogato dall’Ansa, ha infatti smentito l’ipotesi di una deroga di un anno in arrivo per tutti gli operatori di telefonia mobile in Italia.

A partire dal prossimo 15 di giugno, infatti, non ci saranno più costi di roaming in Europa per gli utenti italiani. L’ipotesi di una deroga di 12 mesi, emersa nei giorni scorsi, si concretizzerà esclusivamente per quegli operatori che registrassero perdite superiori al 3% dalla fine del roaming per quanto riguarda il fatturato. 
Scopri le migliori tariffe per smartphone

Tale scenario viene definito “molto poco probabile” da Roberto Viola che ha confermato come molti operatori europei, compreso Free Mobile, si sono già adeguati alla nuova normativa che, come detto, entrerà in vigore a partire dal prossimo 15 di giugno.

In Italia la valutazione della concessione di una deroga spetta all’Agcom. Allo stato attuale, come sottolineato da Viola, lo scenario che qualche operatore possa beneficiare di tale deroga appare quanto mai improbabile. Secondo i dati statistici riportati dalla commissione europea, gli italiani viaggiano poco all’estero rispetto alla media europea e, quindi, il fatturato derivante dal roaming per gli operatori è limitato.
Scopri le offerte Internet Mobile

Roberto Viola ha specificato che lo scenario di una deroga per gli operatori impreparati ad eliminare i sovraccosti di roaming dalla metà di giugno non è assolutamente previsto dalla normativa. 

Per tutti gli operatori che non provvederanno all’eliminazione totale delle spesa extra per gli utenti in Europa ci saranno, invece, sanzioni. Confermati, invece, i costi extra che gli operatori di telefonia mobile potranno applicare ai loro clienti che abuseranno del roaming all’estero per sfruttare le tariffe più vantaggiose del proprio paese in un altro Stato europeo.

 

 

Commenti Facebook: