Stop al canone RAI in bolletta: tutte le novità 2021

Il canone RAI è incluso nella bolletta dell'energia elettrica da diversi anni. La Legge di Stabilità del 2015, voluta dal Governo Renzi, rivoluzionò il sistema di riscossione del canone RAI introducendo il sistema dell'addebito nella bolletta della luce, rateizzato in 10 mesi. Secondo alcune indiscrezioni, il canone RAI in bolletta potrebbe avere vita breve. Il Governo Draghi potrebbe cambiare nuovamente il sistema di pagamento della tassa. Ecco tutti i dettagli sulla situazione.

Stop al canone RAI in bolletta: tutte le novità 2021

Sono oltre cinque anni che il canone RAI viene addebitato nella bolletta della luce con un sistema di pagamento rateale articolato in 10 mesi. Il provvedimento è stato voluto dal Governo Renzi, nel 2015, e potrebbe ora essere cancellato dal Governo Draghi seguendo alcuni impegni presi con l’Unione Europea. Il Governo, infatti, potrebbe cancellare l’obbligo per gli operatori energetici di raccogliere, tramite le bollette, tutte le somme non destinate all’energia e, quindi, cancellare il sistema dell’addebito del canone RAI in bolletta.

La tassa, obbligatoria in caso di possesso di apparecchiature radio televisive anche se non utilizzate per la ricezione dei programmi TV, verrebbe considerata come un “onere improprio” per quanto riguarda le bollette dell’energia elettrica. Rispettando gli accordi con l’UE, quindi, il Governo potrebbe optare per la cancellazione di questo sistema di pagamento del canone RAI che, in ogni caso, continuerà a dover essere pagato. 

A garantire i fondi per questo nuovo cambiamento (che inevitabilmente rischierà di ridurre il gettito legato al pagamento del canone RAI con addebito automatico in bolletta) sarà il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza che sfrutta le risorse del Recovery Fund. L’indiscrezione è stata lanciata dal quotidiano Il Messaggero ma, per il momento, non trova conferma da parte del Governo. Il provvedimento potrebbe essere definito nei prossimi mesi e diventare effettivo nel 2022. Maggiori dettagli sulla questione dovrebbero arrivare nei prossimi giorni.

Canone RAI in bolletta: tutto quello che c’è da sapere

L’addebito diretto del Canone RAI in bolletta avviene con un pagamento rateale di 10 rate mensili di uguale importo. Con il nuovo sistema che prevede il pagamento diretto in bolletta, il canone RAI ha registrato un netto calo del suo importo passando da 113 euro a 90 euro, con un taglio di oltre il 20% sull’importo che le famiglie devono pagare per la tassa. I dati relativi al 2020 confermano un gettito complessivo di 1,76 miliardi di euro dal canone RAI con addebito in bolletta.

Canone RAI in bolletta: costo, casi particolari e esenzioni»

Un nuovo sistema per pagare il Canone RAI

Al momento, non è chiaro quali potrebbero essere i nuovi sistemi per il pagamento del canone RAI. Tra le ipotesi c’è il ritorno al “vecchio” sistema che, però, si è dimostrato in grado di semplificare l’evasione del canone con entrate nettamente inferiori per le casse dello Stato. Nel corso del prossimo futuro potrebbero emergere nuovi dettagli in merito alle modalità di pagamento del canone RAI che il Governo definirà in caso di addio definitivo all’addebito in bolletta.

Bisogna sottolineare, quindi, che per il 2021 non cambia nulla. Per l’annualità in corso, infatti, i contribuenti italiani continueranno a registrare l’addebito in bolletta del canone RAI a meno che non ne abbiano richiesto l’esenzione. Le novità sulle modalità di pagamento della tassa potrebbero entrare in vigore soltanto nel corso del 2022 con nuove norme che potrebbero essere definite in occasione della prossima Manovra finanziaria. Secondo altre fonti, la norma potrebbe essere definita nel disegno di legge sulla concorrenza in arrivo in Consiglio dei Ministri entro fine luglio.

Maggiori dettagli sulle novità in arrivo per il canone RAI dovrebbero emergere a breve. Continuate a seguirci per tutti gli aggiornamenti sulla questione.

Commenti Facebook: