Stati Uniti: energia 100% rinnovabile entro il 2050

Secondo l’Università di Stanford, che ha preso in considerazione la situazione di ciascuno degli 50 gli Stati, l’intero territorio degli Stati Uniti sarà 100% rinnovabile entro il 2050, ovvero alimentato esclusivamente da fonti pulite dell’energia. L’Università ha anche creato un piano ad hoc per raggiungere questa meta.

stati uniti 100% rinnovabili
Gli USA potrebbero essere 100% rinnovabili entro il 2015, salvando migliaia di vite

Ricercatori dell’Università di Stanford hanno analizzato la situazione degli Stati Uniti in materia di energia verde, e giunti alla conclusione che gli USA saranno 100% rinnovabili entro il 2050. Hanno anche disegnato un apposito programma per la svolta “green”, per far sì che sia economicamente sostenibile e basato sull’uso di tecnologie già esistenti. L’obiettivo finale è quello di tagliare completamente le emissioni di gas a effetto serra derivanti dai combustibili fossili.
Scopri l’energia verde per la casa

“The Solution Project”  è il nome dello studio dell’Università di Stanford, che considera gli attuali consumi di energia elettrica americani e il mix energetico di ogni Stato, tenendo conto delle particolarità dei diversi territori, dal Maine alla California. A questa fine sono stati analizzati vari parametri, cominciando dall’esposizione al sole e dal numero di tetti esposti a sud e non ombreggiati adatti a ospitare pannelli fotovoltaici.

Anche le mappe del vento sono state prese in studio, per cercare di capire dove le turbine eoliche offshore potrebbero essere più convenienti. Per quel che riguarda le altre fonti energetiche, gli esperti hanno concluso che il geotermico è praticabile a costi sostenibili solo in 13 Stati degli USA, e che non servirebbero nuove dighe per l’idroelettrico, essendo sufficiente rendere più efficienti quelle già costruite.

L’analisi dei dati raccolti ha portato infine allo sviluppo di una mappa interattiva degli USA, con un profilo personalizzato per ogni Stato, considerando quale sarebbe il mix energetico ideale e quanti i nuovi posti di lavoro creati, così come i risparmi di spesa sanitaria che porterebbero le energie green – nonché ovviamente quelli in bolletta. Lo studio considera anche i tempi per il ritorno economico degli investimenti e infine le morti che potrebbero essere evitate a causa dell’eliminazione dell’inquinamento dell’aria.

In conclusione, sottolineano i ricercatori dell’Università di Stanford, se gli Stati Uniti fossero al 100% rinnovabili in materia energetica verrebbero salvate 63mila vite all’anno, creati centinaia di nuovi posti di lavoro in ogni Stato e non si occuperebbe più dello 0,5% del territorio nazionale per l’installazione di pannelli fotovoltaici o turbine eoliche. Infine, questa soluzione eliminerebbe le emissioni di gas a effetto serra derivanti dai combustibili fossili, che diversamente costerebbero al mondo 3.300 miliardi di dollari all’anno da qui al 2050“.
Confronta Tariffe Energia Elettrica

Commenti Facebook: