Sportello esclusivo nelle Poste per TASI e IMU: ma online è più facile

Il prossimo 16 giugno i contribuenti italiani saranno chiamati a versare la prima rata della tasse sulla casa, ovvero TASI, IMU e in molti Comuni anche TARI. Con l’obiettivo di evitare situazioni di affollamento, le Poste Italiane ripropongono quest’anno uno sportello dedicato al pagamento dei bollettini postali ed F24 per IMU, TASI e TARI. Ma le Poste Italiane ricordano anche che si può pagare online più facilmente, anche chi non è registrato al sito delle Poste.

come pagare tasi imu e tari
TASI e IMU si possono pagare online o negli sportelli dedicati delle Poste

Anche quest’anno Poste Italiane metterà a disposizione dei cittadini uno sportello dedicato al pagamento dei bollettini postali ed F24 in vista delle scadenze fiscali di IMU, TASI 2015 e TARI del 16 giugno.

Gli sportelli dedicati al pagamento dei bollettini postali saranno operativi durante l’orario di apertura dell’ufficio postale, consentendo di velocizzare le operazioni di pagamento ed agevolando la clientela soprattutto nelle giornate con affluenza più elevata”, informano dalle Poste, ricordando però che non è necessario recarsi presso lo sportello per versare le tasse: la procedura è molto più veloce online, attraverso i servizi digitali.
Confronta tariffe e risparmia »
Il servizio è attivo per tutti, spiegano le Poste: “chiunque, anche i cittadini che non sono registrati sul sito, possono fruire del servizio tramite il sito di Poste Italiane” oppure semplicemente a questo link diretto. E’ possibile compilare i bollettini e pagare direttamente online oppure compilare e pagare l’F24 all’Ufficio Postale, guadagnando tempo.

Una volta entrato nel sistema, il contribuente potrà compilare il modulo inserendo tutti i dati nei campi previsti, salvare il modello F24 compilato e stamparlo in triplice copia.

Finita l’operazione, verrà stampato un ulteriore foglio che fornisce il codice identificativo dell’operazione. “Il codice, spiega Poste Italiane, sarà inserito a sportello e consentirà di richiamare le informazioni precompilate senza che ci sia la necessità, da parte dell’operatore, di inserire ulteriori dati, riducendo così notevolmente il tempo di operatività“.

Infine, si legge nella nota delle Poste, “Coloro i quali non avessero la possibilità di compilare il modulo F24 online o attraverso il sito, durante la fase di pagamento allo sportello avranno la possibilità di chiedere una stampa dei codici a barre che verranno riutilizzati per gli analoghi pagamenti successivi. In tal modo, il cittadino potrà accedere allo sportello dedicato”.

Coloro che hanno già compiuto 70 anni, ricordano dalle Poste, possono pagare tutti i bollettini (fatture, bollette, rate di prestiti, etc) versando 0,70 € anziché 1,30 €.

Per maggiori informazioni sulle tasse sulla casa consigliamo la lettura del nostro articolo TASI 2015: importo, scadenza e bollettini.

Confronta tariffe luce »

Commenti Facebook: