Spam, l’Italia è il quarto Paese al mondo per volume di invii

Secondo quanto afferma l’ultimo report di Trend Micro, l’Italia figurerebbe tra i Paesi che “inviano” la maggiore quantità di spam, dietro a Stati Uniti, Spagna e Argentina. Nonostante non sia parlata frequentemente al di fuori dei confini nazionali, l’italiano è inoltre la decima lingua più utilizzata al mondo per i messaggi spam.

L'Italia è tra i "leader" mondiali dell'invio dello spam
L'Italia è tra i "leader" mondiali dell'invio dello spam

Il report di Trend Micro è altresì l’occasione utile per cercare di fare il punto su quanto accaduto sul fronte della sicurezza su ADSL e altre modalità di connessione. La società ha ad esempio ricordato che nel solo 2014 è stata in grado di bloccare ben 10 miliardi di file maligni, per un volume doppio rispetto a quanto non sia stato effettuato nel 2013. In tutto, sono state neutralizzate ben 65 miliardi di “minacce”, rendendo dunque il 2014 – si legge nel dossier – “l’anno peggiore”.

Confronta offerte ADSL

Tornando alle statistiche che riguardano il nostro Paese, l’analisi ha avuto modo di sottolineare come l’Italia sia ottava per numero di malware diretti verso  i sistemi PoS, con un vero e proprio boom negli ultimi mesi. Non solo: l’Italia è anche settima nel rilevamento dei malware che possono criptare i dati contenuti nei Pc e chiedono un riscatto in denaro in cambio della chiave di decriptazione (15 mila casi, contro i 2 mila dell’anno precedente).

Commenti Facebook: