Sospensione RC moto: come riattivarla per l’estate

Sono tanti i motociclisti che ricorrono alla sospensione dell’RC moto e di tutte le eventuali coperture aggiuntive per il proprio mezzo a due ruote durante i mesi invernali in cui, solitamente, si tende a utilizzare l’auto per ripararsi dal freddo. Ecco come riattivare l’RC moto sospesa entro l’estate. 

Riattivare la polizza RC moto per l'estate è semplice e rapido, ecco cosa fare

Gli utenti che scelgono di sottoscrivere una polizza RC moto che prevede la clausola di sospensione (solitamente utilizzata per sospendere la copertura assicurativa durante i mesi invernali) hanno la possibilità di richiedere la riattivazione della polizza per tornare ad utilizzare il proprio veicolo durante la primavera ed, in particolare, durante i mesi estivi.

La riattivazione della copertura RC moto garantita dalla polizza può essere effettuata dal cliente in modo molto semplice, seguendo le modalità messe a disposizione dalla propria compagnia. Di solito, è possibile riattivare la polizza RC moto tramite una richiesta inviata per iscritto via fax ma in altri casi la riattivazione può avvenire anche via telefono.

E’ importante, al momento della sottoscrizione della polizza, richiedere tutte le informazioni per effettuare la riattivazione della copertura. I tempi di riattivazione sono rapidi e l’iter della richiesta è solitamente gratuito, ma alcune compagnie potrebbero richiedere il versamento di una determinata somma, pari a circa 15 Euro, per completare il processo di riattivazione della copertura RC moto.

E’, inoltre, importante considerare il periodo minimo di sospensione. Di norma, le compagnie assicurative che permettono la sospensione dell’RC moto prevedono un periodo minimo di 30/60 giorni prima della riattivazione. Il cliente che decide di riattivare prima della scadenza del termine minimo perderà tutti i giorni residui. Si tratta di un fatto importante visto che la maggior parte dei contratti prevede un tetto massimo di giorni per la durata della sospensione della RC moto.

Ricordiamo che tramite il comparatore di SosTariffe.it è possibile confrontare i preventivi delle principali assicurazioni moto disponibili sul mercato italiano ed attivare la soluzione più conveniente. Clicca sul box qui di sotto per iniziare a risparmiare subito:Scopri le migliori assicurazioni per la tua moto

Sospensione RC moto: tutto quello che c’è da sapere

Se hai una moto e non hai mai richiesto la clausola per la sospensione dell’RC moto, nonostante il veicolo resti per alcuni mesi inutilizzato, potrai richiedere l’attivazione di quest’opzione stipulando un nuovo contratto per l’assicurazione moto.

Sono, infatti, tante le compagnie assicurative che includono nelle loro offerte questa clausola. Con la sospensione della polizza moto, naturalmente, vengono meno tutte le coperture assicurative, comprese le eventuali garanzie accessorie incluse nel contratto stipulato con la propria compagnia.

Una volta sottoscritto un contratto che prevede la possibilità di sospensione della RC moto, l’utente, quando vorrà esercitare questa particolare clausola, non dovrà fare altro che notificare alla compagnia questa sua necessità. Solitamente, come avviene per la richiesta di riattivazione, la sospensione può essere effettuata via fax o via telefono. La sospensione della polizza, di norma, è attiva dalle ore 24 del giorno in cui viene effettuata la richiesta.

Il sistema di sospensione della polizza moto è molto semplice. Se, ad esempio, un cliente decide di sospendere l’assicurazione per 3 mesi, la scadenza del contratto viene posticipata esattamente di 3 mesi. Di fatto, quindi, con questa clausola, chi non utilizza la moto durante il periodo invernale non corre il rischio di sottoscrivere un’assicurazione che non sfrutterà.

E’ importante sottolineare, inoltre, che è presente un termine ultimo entro il quale è possibile richiedere la sospensione (solitamente compreso tra i 30 ed i 45 giorni prima della scadenza naturale del contratto), un periodo minimo di sospensione (solitamente compreso tra 30 e 60 giorni) e un periodo massimo di sospensione (di solito pari a 9 mesi).

 

Commenti Facebook: