Software antivirus: servono o no?

Sin dagli albori di Internet, quando l’utilizzo del web non era ancora così diffuso, è sempre stato necessario utilizzare un software antivirus per proteggersi da possibili virus, malware e spyware che negli anni hanno creato tantissimi problemi, sopratutto agli utenti meno esperti. Al giorno d’oggi, sono in molti a chiedersi se serve ancora davvero installare un software antivirus sul proprio PC o sul dispositivo che si utilizza per accedere ad Internet. 

Ecco a cosa serve oggi installare un antivirus sul proprio dispositivo

Negli ultimi anni il numero di utenti che accede ad Internet dal proprio PC  o da un dispositivo di telefonia mobile senza utilizzare un software antivirus non integrato nel sistema operativo è in forte crescita. In molti, infatti, credono che installare sul proprio dispositivo un software di questo tipo non sia più necessario. La questione è, in realtà, molto articolata e necessita di un’attenta analisi.

Ancora oggi il numero di software pericoloso in rete (virus, malware, spyware) è elevatissimo e i pericoli sono, di conseguenza, tantissimi. In molti casi, ci troviamo di fronte a software quasi silenti che rubano dati personali senza arrecare alcun danno, almeno apparentemente, ai nostri dispositivi.

Per quanto riguarda i PC Windows, è in forte crescita l’utilizzo del sistema di protezione integrato Windows Defender che offre un buon livello di protezione dalle minacce più diffuse in rete anche se, come evidenziano diversi studi, presenta un’efficacia inferiore contro software più pericolosi rispetto ad antivirus di terze parti. Con un utilizzo attento del proprio PC e delle risorse disponibili sul web, il software di protezione integrato in Windows è in grado di garantire una sicurezza sufficiente per i propri dati. 
Scopri le migliori tariffe ADSL e fibra

È importante però seguire alcune precise regole comportamentali. Ad esempio, bisogna assolutamente evitare di installare programmi da fonti sconosciute. Quando vogliamo installare un’app o un programma sul nostro PC dobbiamo sempre rivolgerci al sito del produttore o allo store integrato in Windows 10. Utilizzare fonti ufficiali ci metterà al riparo da gran parte dei pericoli connessi all’installazione di software nel nostro sistema.

Allo stesso modo sarà necessario visitare esclusivamente siti Internet affidabili e aggiornare costantemente il sistema operativo e tutti i programmi installati (di solito la ricerca degli aggiornamenti avviene in modo automatico e l’utente deve solo dare il via all’update). Gran parte degli aggiornamenti rilasciati dai produttori, infatti, serve per garantire la sicurezza degli utenti e di tutte le informazioni personali che vengono utilizzare dalle varie app e programmi.

L’affidabilità delle fonti rappresenta un parametro importante anche quando utilizziamo smartphone e tablet. In particolare quando utilizziamo un dispositivo Android, che spesso integra un software di sicurezza pre-installato dal produttore, sarà necessario installare app provenienti esclusivamente da fonti certe come il Play Store di Google. Evitare di installare app da fonti sconosciute ci metterà al riparo da software pericoloso.

Anche su smartphone e tablet è importante aggiornare sempre le proprie applicazioni e il sistema operativo ricordandosi di accettare l’installazione delle varie patch di sicurezza che i produttori rilasciano per i propri dispositivi. Uno smartphone aggiornato dal punto di vista software è, sicuramente, più sicuro rispetto ad uno smartphone dotato di un software obsoleto.

Gli antivirus, ancora oggi, continuano a rappresentare un’importante risorsa difendere le nostre informazioni personali in rete. Con un po’ di attenzione, in ogni caso, è possibile ridurre al minimo i rischi legati all’utilizzo del web. Un comportamento corretto permetterà di far lavorare di meno il nostro antivirus.

Commenti Facebook: