Social network in anonimato: l’esperienza di Whisper e Secret

Di social network & dintorni parliamo spesso e volentieri sulle nostre ricche pagine. Complice l’arrivo di numerose novità nel comparto, nelle ultime settimane abbiamo affrontato in più occasioni le caratteristiche di alcuni “nuovi arrivati” nel mercato. Dedichiamoci oggi a due social piuttosto particolari, che puntano a garantire l’anonimato dei partecipanti.

Anche su Facebook gli italiani si confermano popolo di tifosi
Anche su Facebook gli italiani si confermano popolo di tifosi

Il primo dei due leader di questo segmento in fase di crescita di chiam Whisper. Oramai in procinto di avviarsi verso il suo secondo anno, Whisper è un social che consente di mantenere il proprio anonimato sulla rete, potendo di fatto colloquiare con chiunque, senza filtri, conservando la propria segretezza. Oggi il social può vantare circa 1,5 miliardi di pagine visualizzate ogni mese, e un valore di mercato che si aggira sui 200 milioni di dollari.

Scopri le migliori tariffe mobili»

Il secondo operatore di riferimento nelle community online pro-anonimato prende invece il nome di Secret. Rispetto a Whisper il social può garantire una visualizzazione maggiormente personalizzata, considerato che per ogni utente l’app è in grado di “ritagliare ” dei segreti da leggere, mediante localizzazione geografica e sinergia delle propria cerchie di amici. Insomma, un funzionamento che rispetto a Whisper sembra ricordare maggiormente l’esperienza di Facebook.

Voi che ne pensate? Avete sperimentato uno o entrabi i social network?

Commenti Facebook: