Social network, grandi passi in avanti delle Università italiane

Le Università italiane diventano sempre più social, aprendo iniziative e attività online per stare più vicini ai propri studenti e al mondo “esterno” agli atenei. È quanto emerge nell’ambito della ricerca #socialUniversity, condotta dal Centro Nexa su Internet & Società del Politecnico di Torino.

Ecco quali sono i programmi tv più interagiti sui social
Ecco quali sono i programmi tv più interagiti sui social

La mappatura effettuata nell’ambito della ricerca ha evidenziato come l’80% delle università possiede almeno un account Facebook, mentre il 76% cinguetta su Twitter (che sembra essere un canale preferito dai grandi atenei).

La ricerca evidenzia altresì che a guidare la carica delle università più “social” sarebbero quelle del Nord, con Facebook & co. che sono diffusi in oltre il 90% degli atenei. Nel Sud la presenza – pur in aumento – si ferma invece al 45%.

Scopri le migliori proposte ADSL »

Infine, per quanto concerne i “gestori” delle pagine Facebook o degli account Twitter, sta emergendo come una quota largamente maggioritaria di attività sia gestita internamente dalle Università attraverso i dipendenti e i collaboratori che si occupano della comunicazione esterna e su internet. Solamente il 7% dei canali Facebook e il 9% dei profili Twitter è invece “appaltato” a uffici esterni, specializzati nella comunicazione social.

Emerge altresì che le università che hanno il maggior numero di fan e follower sono quelle statali, e come gli utenti più attivi su Twitter siano l’Università di Scienze gastronomiche, la Scuola superiore di Studi avanzati di Trieste e la Normale di Pisa. Su Facebook a guidare la classifica vi è invece l’Università tematica Pegaso.

Commenti Facebook: