Social network e politica, chi sono i leader migliori?

Hagakure e DNSEE hanno recentemente presentato un’analisi particolarmente interessante sul livello di interazione dei principali leader partitici italiani sui social network. Scoprendo una serie di notizie particolarmente ghiotte e, probabilmente, contribuendo a svelare qualche tratto distintivo in più degli uomini più in vista d’Italia.

Chi sono i politici italiani che usano di più i social?
Chi sono i politici italiani che usano di più i social?

Partiamo da Matteo Renzi. Il presidente del Consiglio può vantare circa 800 mila fan su Facebook, con una media di Like ottenuti pari a 292 al giorno. Il suo approccio è un mix tra la promozione delle azioni di governo e la proposta. Su Twitter invece le cose sembrano andare meglio, visto e considerato che sul social fruito quasi esclusivamente sui device di telefonia mobile, si tratta del leader che ha avuto la crescita più rilevante (oltre 350 mila follower nella seconda metà dell’anno, per 1,5 milioni di utenti complessivi).

Confronta tariffe cellulari

Matteo Salvini è invece l’esponente politico che, probabilmente, può vantare la crescita più rilevante nel corso degli ultimi sei mesi. Un periodo di tempo che gli è valsa la possibilità di acquisire oltre 370 mila fan su Facebook (ora punta verso quota 600 mila). Merito anche della grandissima interazione: sul social network più noto del mondo Salvini posta circa 10 volte al giorno. Anche su Twitter dimostra una propensione all’azione: 1994 tweet nella seconda parte dell’anno. Delude, invece, Silvio Berlusconi. Il leader di Forza Italia non è presente su Twitter ed ha una crescita moderata su Facebook. I post sono abbastanza eterogenei, ma puntano spesso sulla giustizia.

Ben diverso l’approccio di Beppe Grillo, uno che i social network pare utilizzarli con assidua continuità su Facebook l’ispiratore del Movimento 5 Stelle ha oltre 1,7 milioni di fan, più o meno quanti ne ritrova su Twitter. Su tale piattaforma i maschi follower di Beppe Grillo sono il 95%, e un quinto provengono dalla Sicilia.

Commenti Facebook: