Smartphone di ultima generazione a confronto

A fine 2015 si conteranno 2 miliardi di cellulari consegnati a livello mondiale tra smartphone e cosiddetti feature phone (telefonini con funzioni di base). La previsione è firmata CCS Insight. A fine anno, inoltre, ci saranno più smartphone che cellulari di base in uso in tutto il mondo, sostiene la società di ricerca e analisi di mercato. E nel 2019 le consegne di smartphone dovrebbero rappresentare l’85% del totale delle spedizioni dei cellulari su scala globale. 

Samsung vs Apple vs Google vs Motorola vs LG vs HTC: smartphone a confronto
I modelli firmati Samsung, HTC, Apple, Google, LG e Motorola

Samsung e HTC hanno rinnovato le loro offerte per il mercato degli smartphone di fascia premium. La casa sudcoreana ha introdotto a catalogo Galaxy S6 e Galaxy S6 edge, basati su Android 5.0 con interfaccia utente TouchWiz. La rivale taiwanese ha lanciato HTC One M9, anch’esso equipaggiato con Lollipop, ma personalizzato con interfaccia Sense 7.

Per avere Android così come mamma Google l’ha partorito, si deve fare riferimento a Nexus 6, prodotto per BigG da Motorola, che a sua volta schiera a scaffale Moto X di seconda generazione.

Nella vetrina di casa Apple ci sono iPhone 6 e iPhone 6 Plus. Quest’ultimo compete in via diretta con Galaxy Note 4. Un’altra casa sudcoreana, LG, propone LG G Flex 2 e presto avvierà la commercializzazione di LG G4.

Confronta tariffe per smartphone

Gli smartphone di ultima generazione a confronto sono pertanto:

  • Samsung Galaxy S6
  • Samsung Galaxy S6 edge
  • HTC One M9
  • Google Nexus 6
  • Motorola Moto X (2a generazione)
  • Apple iPhone 6
  • Apple iPhone 6 Plus
  • Samsung Galaxy Note 4
  • LG G Flex 2

 

A eccezione di Google Nexus 6 e di Motorola Moto X di seconda generazione, tutti gli altri modelli in oggetto sono disponibili per l’acquisto anche in abbinamento alla sottoscrizione di piani tariffari con smartphone incluso.

Gli elementi di confronto sono:

  • dimensioni e peso
  • materiali e colori
  • display
  • CPU, GPU e RAM
  • memoria interna
  • sensore impronte digitali
  • sistema operativo
  • batteria
  • fotocamera posteriore
  • fotocamera anteriore
  • prezzo di listino

Per il confronto si prende a riferimento la comparativa curata da Will Shanklin, redattore in forze a Gizmag.

Dimensioni e peso 

Tutti gli smartphone di ultima generazione protagonisti del confronto, e in particolare i modelli phablet, si caratterizzano per dimensioni che tre o quattro anni fa non erano quelle di riferimento per i produttori e per i consumatori, evidenzia Shanklin.

Chi desidera uno smartphone sottile dovrebbe puntare a prima vista sui modelli firmati Samsung e Apple, ma anche considerare che le specifiche degli altri esemplari in materia di spessore riguardano soltanto i punti più spessi e che Nexus 6, Moto X e HTC One M9 hanno scocche posteriore arrotondate che ne facilitano la presa e la gestione.

Galaxy S6 edge si caratterizza per il miglior rapporto peso/dimensioni. Il modello Samsung pesa soltanto il 2% in più di iPhone 6, ma esibisce un corpo telefono e uno schermo più generosi.

Materiali e colori

Gli smartphone firmati Samsung, Apple e HTC possono vantare materiali costruttivi premium, con Galaxy S6 edge a esibire un design senza dubbio distintivo e già apprezzato dalla critica di settore e dai consumatori e con HTC M9 che, invece, si caratterizza per un design pressoché identico a quello del suo predecessore.

Galaxy Note 4, Nexus 6 e Moto X non possono invece definirsi smartphone premium in senso stretto, se si guarda all’impiego della plastica per la costruzione della scocca posteriore. Shanklin usa l’espressione «half premium», premium a metà. Rispetto ai concorrenti, LG G Flex 2, in virtù dell’impiego esclusivo della plastica, è lo smartphone che fornisce la maggiore sensazione di “economicità”.

Quanto ai colori, Moto X può essere personalizzato scegliendo tra ben 540 combinazioni.

Display 

Nexus 6 può vantare il miglior rapporto dimensioni del display / dimensioni del corpo telefono, mentre fanalino di coda in questo ambito è iPhone 6.

Pollice all’insù di Shanklin per Galaxy S6, Galaxy S6 edge, Nexus 6 e Galaxy Note 4, in virtù del supporto per la risoluzione Quad HD (2560 x 1440 pixel), pollice verso, invece, per HTC M9, fresco di debutto ma ancora fermo a una risoluzione di 1920 x 1080 pixel.

Quanto alla tecnologia impiegata dai produttori, è da evidenziare che sei dei nove smartphone di ultima generazione protagonisti del confronto sono equipaggiati con display AMOLED (Active-Matrix Organic Light-Emitting Diode).

Da evidenziare inoltre che Galaxy S6 edge ed LG G Flex 2 esibiscono uno schermo curvo, mentre il display di Galaxy Note 4 risponde ai comandi impartiti attraverso S Pen.

CPU, GPU e RAM 

Stando all’esperienza di Shanklin, tutti gli smartphone di ultima generazione protagonisti del confronto sono «dannatamente veloci». La maggiore velocità è probabilmente assicurata dai modelli Samsung, scrive l’esperto.

Memoria interna

Galaxy Note 4, LG G Flex 2 e HTC One M9 sono gli unici smartphone tra quelli in oggetto a integrare uno slot per inserire schede di memoria e dunque espandere la capacità di  archiviazione.

Sensore di lettura delle impronte digitali 

I tre modelli di smartphone Samsung e i due modelli di iPhone integrano ciascuno un sensore per la lettura e il riconoscimento delle impronte digitali. 

Sistema operativo 

Sette smartphone basati su Android, tre dei quali personalizzati con interfacce proprietarie, e i due modelli di iPhone basati ovviamente su iOS di Apple.

Batteria

Nelle prove condotte da Gizmag (video streaming su reti Wi-Fi con luminosità del display impostata al 75%), i migliori risultati in termini di durata della batteria sono stati ottenuti da Galaxy S6 edge e Galaxy Note 4.

I due modelli Samsung di nuova generazione e Nexus 6 integrano funzioni di carica wireless (senza fili) della batteria, mentre i due modelli di iPhone sono gli unici smartphone tra quelli a confronto a non offrire funzioni di carica rapida.

HTC One M9, Galaxy S6, Galaxy S6 edge e Galaxy Note 4 portano in dote agli utenti anche funzioni di risparmio energetico.

Fotocamera posteriore

La qualità delle immagini scattate con una fotocamera muove soltanto in via parziale dalla quantità di megapixel supportati dal sensore, sottolinea Shanklin.

Stando alle prove condotte dall’esperto, Galaxy S6 e Galaxy S6 edge vantano la maggiore velocità di attivazione della fotocamera posteriore (2 secondi dallo sleeping mode alla cattura delle immagini). Seguono iPhone 6 e iPhone 6 Plus, con un tempo di 3,5 secondi.

Galaxy S6, Galaxy S6 edge, iPhone 6 Plus, Galaxy Note 4, Nexus 6 ed LG G Flex 2 integrano una tecnologia per la stabilizzazione ottica delle immagini.

Fotocamera anteriore

Per gli appassionati di selfie, sono i due modelli di smartphone Samsung di nuova generazione e HTC One M9 i dispositivi di riferimento, in virtù degli obiettivi grandangolari.

Prezzo di listino

  • 739 euro per Samsung Galaxy S6 32GB
  • 849 euro per Samsung Galaxy S6 64GB
  • 889 euro per Samsung Galaxy S6 edge 32GB
  • 999 euro per Samsung Galaxy S6 edge 64GB

  • 749 euro per HTC One M9 32GB
  • 599 euro per Google Nexus 6 32GB
  • 649 euro per Google Nexus 6 64GB
  • 499 dollari per Motorola Moto X

  • 729 euro per Apple iPhone 6 16GB
  • 839 euro per Apple iPhone 6 64GB
  • 949 euro per Apple iPhone 6 128GB
  • 839 euro per Apple iPhone 6 Plus 16GB
  • 949 euro per Apple iPhone 6 Plus 64GB
  • 1.059 euro per Apple iPhone 6 Plus 128GB
  • 819 euro per Samsung Galaxy Note 4 32GB + S Charger Kit
  • 898 euro per Samsung Galaxy Note 4 32GB + Gear VR Limited Edition

Commenti Facebook: