Smartphone ancora in forte crescita nelle preferenze degli italiani

Secondo quanto afferma il 49mo Rapporto Censis sulla situazione sociale dell'Italia, dal 2007 al 2014 gli italiani sembrano riscoprirsi sempre più appassionati di tecnologia e, in particolare, dei dispositivi mobili. Ottima la crescita degli smartphone, i cui consumi aumentano del 12,9%, con una presenza in quasi la metà delle tasche degli italiani.

Smartphone ancora in forte crescita nelle preferenze degli italiani

Oltre ad annoverare una ottima spinta propulsiva dei consumi legati agli smartphone, gli italiani sembrano amare molto anche tutti i dispositivi che permettono di avere un accesso a Internet mobile: i tablet sono oggi utilizzati da circa il 30% degli italiani, e la diffusione dell’utilizzo di Internet ne ha complessivamente beneficiato, arrivando a toccare oggi oltre 7 italiani su 10.

In tal proposito, gli italiani navigano sempre più per informarsi, per prenotare servizi (come i viaggi e le vacanze), acquistare beni e servizi, guardare contenuti multimediali in streaming, svolgere operazioni bancarie, e così via.

Ad attirare particolare attenzione è anche il dato che segnala la forte crescita di fiducia nei nuovi media. Per un terzo degli italiani, ad esempio, è incrementata la credibilità dei social network, per il 31% degli italiani è aumentata quella delle tv “All news”, per il 22,2% quella dei giornali online e per il 22% quella degli altri siti web di informazione. Fiducia che, afferma il Censis, è legata principalmente al linguaggio chiaro e facilmente comprensibile, all’indipendenza dal potere, alla professionalità della redazione, all’aderenza oggettiva ai fatti e alla rapidità di aggiornamento delle notizie.

Infine, dal report arrivano indicazioni piuttosto rilevanti per quanto attiene la c.d. “sharing economy”. Quel che sta emergendo è la graduale rottura del legame tra il possesso del bene e il suo concreto utilizzato. Sono altresì sempre più diffusi gli altri stili di vita digitali di nuova introduzione, come ad esempio l’internet banking, che quasi 1 italiano su 2, connesso online, sceglie di praticare.

Ad ogni modo, non è tutto oro quel che luccica. Il 60% dei dirigenti scolastici interessati, ad esempio, individuare uno stretto collegamento tra l’acuirsi del bullismo e le nuove tecnologie, a confermare che il fenomeno del cyberbullismo è tutt’altro che limitato.

Infine, se siete alla ricerca di una buona proposta per navigare sul cellulare o tablet, vi invitiamo a utilizzare il nostro comparatore indipendente, che vi consentirà di confrontare tutte le offerte per individuare rapidamente quella che meglio si adatta alle proprie esigenze.

Confronta tariffe Internet mobile»