Smart Basilicata, con Enel per migliorare la qualità della vita

Un’intera regione che si trasforma in un laboratorio smart, con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita attraverso l’innovazione, la sostenibilità e le tecnologie al servizio dell’ambiente. È l’essenza del progetto Smart Basilicata, promosso e finanziato dal Ministero dell’Istruzione e che vede la compartecipazione di Enel, del Distretto tecnologico TeRN, dell’Università degli Studi della Basilicata, del Consiglio Nazionale delle Ricerche e di Enea.

Matera
Il progetto prevede di dar vita a sistemi di monitoraggio avanzati per intervenire sull'efficienza energetica

Il progetto sostenuto da Enel rientra nell’ambito del bando “Smart Cities and Communities and Social Innovation” ed è stato avviato alla fine del 2012, con durata triennale. La novità più rilevante dell’iniziativa è lo sviluppo, l’integrazione e la sperimentazione di moderne tecnologie di osservazione della Terra (mediante reti e sensori in-situ e sistemi di telerilevamento da aereo e da satellite) con le tecnologie ICT.

Ciò permette di dar vita a sistemi di monitoraggio avanzati, per controllare l’ambiente e il territorio e individuare gli interventi di efficienza energetica più opportuni nonché quelli relativi alla valorizzazione del patrimonio culturale e paesaggistico della regione.
Scopri Semplice Luce Enel »
In particolare, Enel Distribuzione si occupa dello sviluppo e della sperimentazione di tecnologie innovative per la scansione aerea delle reti elettriche di distribuzione tramite laser, oltre a interventi sul campo con tecniche tradizionali. L’obiettivo è migliorare l’efficienza relativa alla gestione della rete elettrica sotto il profilo progettuale, manutentivo, della sicurezza e della salvaguardia dell’ambiente.

Commenti Facebook: