Skype: partnership con Nokia

Nokia e Skype hanno siglato un accordo per poter includere il noto software che offre servizi Voip nei telefonini della casa produttrice finlandese.

Un accordo che, a quanto pare, non sembra piacere alle compagnie mobili. Operatori come O2, Orange e T-Mobile sarebbero spaventate dalla partnership tra i due grandi gruppi commerciali e dai progetti che potrebbero raggiungere insieme: servizi Voip “puri” ad alta qualità, senza l’utilizzo delle reti mobili dei carriers, potrebbero incidere negativamente e pesantemente sui ricavi delle aziende degli stessi.

Un problema che potrebbe costringere Nokia e Skype a trovare soluzioni diverse, senza però rinunciare alla stretta collaborazione. Tra le ipotesi maggiormente accreditate, ad esempio, ci sarebbe la possibilità di includere Skype in alcuni modelli, ma offrirli anche nelle versioni senza il noto software. In questo modo, com’è facile intuire, i terminali dotati del programma Voip più famoso del pianeta avranno un costo maggiore rispetto agli stessi prodotti in cui l’applicazione è assente.

Resta da vedere, quindi, quale sarà la differenza di costo tra i due dispositivi ed è proprio in questo frangente che si giocherà la vera partita. Converrà pagare di più e avere tutti i vantaggi di Skype? Oppure il potere commerciale dei gestori mobili ostacoleranno la diffusione senza limiti di tali servizi? Attendiamo di saperne di più già nelle prossime settimane, sperando in qualche dichiarazione in più da parte di Nokia o di Skype sulla vicenda.

an style=”color: #000000;”>Nokia e Skype hanno siglato un accordo per poter includere il noto software che offre servizi Voip nei telefonini della casa produttrice finlandese.

Un accordo che, a quanto pare, non sembra piacere alle compagnie mobili. Operatori come O2, Orange e T-Mobile sarebbero spaventate dalla partnership tra i due grandi gruppi commerciali e dai progetti che potrebbero raggiungere insieme: servizi Voip “puri” ad alta qualità, senza l’utilizzo delle reti mobili dei carriers, potrebbero incidere negativamente e pesantemente sui ricavi delle aziende degli stessi.

Un problema che potrebbe costringere Nokia e Skype a trovare soluzioni diverse, senza però rinunciare alla stretta collaborazione. Tra le ipotesi maggiormente accreditate, ad esempio, ci sarebbe la possibilità di includere Skype in alcuni modelli, ma offrirli anche nelle versioni senza il noto software. In questo modo, com’è facile intuire, i terminali dotati del programma Voip più famoso del pianeta avranno un costo maggiore rispetto agli stessi prodotti in cui l’applicazione è assente.

Resta da vedere, quindi, quale sarà la differenza di costo tra i due dispositivi ed è proprio in questo frangente che si giocherà la vera partita. Converrà pagare di più e avere tutti i vantaggi di Skype? Oppure il potere commerciale dei gestori mobili ostacoleranno la diffusione senza limiti di tali servizi? Attendiamo di saperne di più già nelle prossime settimane, sperando in qualche dichiarazione in più da parte di Nokia o di Skype sulla vicenda.

Commenti Facebook: