Sky vince su Mediaset e arriva sul digitale terrestre

Sky vince la battaglia per il digitale terrestre e si prepara a dare uno schiaffo a Mediaset, giocando finalmente ad armi pari. La Commissione europea, guidata da Joaquín Almunia, ha infatti accolto l’istanza del gruppo di Murdoch affinché l’operatore satellitare possa arrivare sul digitale terrestre dal 2011.

Sky potrà così partecipare al prossimo bando per l’assegnazione delle frequenze DDT da parte del Ministero che si terrà a settembre 2010.

sky-battaglia-digitale-terrestre

L’unica condizione che l’operatore satellitare dovrà rispettare riguarda i canali che dovranno essere trasmessi in chiaro per un periodo compreso tra i 3 e 5 anni. Sky sarà quindi costretta ad affittare o acquistare i multiplex (canali aggiuntivi) per trasmettere sul digitale terrestre la programmazione a pagamento, visto che i canali assegnati saranno visibili da tutti i telespettatori in chiaro.

Un colpo al cerchio e uno alla botte: se quindi Mediaset, Rai e Telecom Italia dovranno fronteggiare Sky, godranno comunque dell’aumento del valore dei multiplex di cui Sky al momento non può beneficiare.

Mediaset incassa il colpo ed è pronta la reazione in Borsa, dove il titolo del Biscione ha subito un duro ribasso di circa il 4%.

vince la battaglia per il digitale terrestre e si prepara a dare uno schiaffo a Mediaset, giocando finalmente ad armi pari. La Commissione europea, guidata da Joaquín Almunia, ha infatti accolto l’istanza del gruppo di Murdoch affinché l’operatore satellitare possa arrivare sul digitale terrestre dal 2011.

Sky potrà così partecipare al prossimo bando per l’assegnazione delle frequenze DDT da parte del Ministero che si terrà a settembre 2010.

sky-battaglia-digitale-terrestre

L’unica condizione che l’operatore satellitare dovrà rispettare riguarda i canali che dovranno essere trasmessi in chiaro per un periodo compreso tra i 3 e 5 anni. Sky sarà quindi costretta ad affittare o acquistare i multiplex (canali aggiuntivi) per trasmettere sul digitale terrestre la programmazione a pagamento, visto che i canali assegnati saranno visibili da tutti i telespettatori in chiaro.

Un colpo al cerchio e uno alla botte: se quindi Mediaset, Rai e Telecom Italia dovranno fronteggiare Sky, godranno comunque dell’aumento del valore dei multiplex di cui Sky al momento non può beneficiare.

Mediaset incassa il colpo ed è pronta la reazione in Borsa, dove il titolo del Biscione ha subito un duro ribasso di circa il 4%.

Commenti Facebook: