Skype Translator: come funziona

Da aprile è disponibile anche in Italia Skype Translator, un software in grado di effettuare la traduzione simultanea da una lingua all’altra. Il progetto è stato introdotto per la prima volta a dicembre e in una fase iniziale era utilizzabile solo per inglese e spagnolo, ma ora anche i nostri connazionali che non hanno grande familiarità con le lingue straniere potranno comunicare in modo più semplice.

Il servizio Skype Translator è ora disponibile anche in italiano

Uno dei vantaggi che gli sviluppi della tecnologia hanno reso possibile è certamente la capacità di ridurre le distanze geografiche, ma finora c’era ancora una barriera che non era stata abbattuta del tutto: la lingua. Proprio per cercare di soddisfare questa esigenza è ora arrivato Skype Translator, una piattaforma di traduzione simultanea realizzata da Microsoft, attualmente in versione beta, che sarà ora disponibile anche in italiano e cinese, che si aggiungono agli idiomi già supportati, inglese e spagnolo.

Le caratteristiche di Skype Translator

A dicembre Microsoft sul suo blog aveva presentato la preview del servizio, ma l’introduzione di queste due nuove lingue appare un importante passo avanti soprattutto per quanto riguarda il mandarino, utilizzato da molti anche per motivi lavorativi, che comprende ben diecimila caratteri e toni multipli e che richiede un approccio piuttosto difficile per gli europei.

Il funzionamento della piattaforma appare davvero semplice. Una volta collegati a internet attraverso la propria connessione ADSL ed essersi iscritti al servizio, si potrà già iniziare a utilizzarlo. Skype Translator, infatti, è in grado di apprendere in modo automatico i modi di parlare delle persone e di riconoscere a quale lingua appartengono. Una volta ascoltata la frase, un sistema che Microsoft chiama `rete neurale´ riesce ad analizzarla e a confrontarla con milioni di campioni audio precedentemente registrati, trasformandola in una sequenza di possibili parole in formato testuale.

Il procedimento porterà alla traduzione del testo che sarà riprodotto vocalmente nell’altro idioma. Per evitare errori, comunque, accanto al testo tradotto, Skype lascerà anche l’originale scritto nella chat. Non sono previste intrusioni nel modo di lavorare della piattaforma: il sistema, infatti, riconosce la lingua mentre la persona sta ancora parlando senza necessità di interruzione. L’utente potrà così decidere di ascoltare la traduzione a tutto volume e la voce dell’interlocutore a un volume più basso, in modo da seguire la traduzione e avere una conversazione più fluida. Eventualmente è disponibile anche l’opzione “mute” per evitare di ascoltare in audio la traduzione se si preferisce solo vederla apparire sullo schermo.

I primi giudizi

Alcuni utenti hanno già avuto modo di sperimentare Skype Translator e ne sono apparsi sorpresi in modo positivo proprio per la capacità di rendere semplici contatti che finora sembravano impossibili a causa delle differenze linguistiche. C’è ancora qualche piccolo errore grammaticale in italiano, ma non si tratta di niente di insormontabile.
Confronta le migliori offerte ADSL

Commenti Facebook: