Sistemi di raffreddamento domestici: costi e consumi | Lo studio di SosTariffe.it

Con l’arrivo dell’estate si registra, in moltissime case, un picco dei consumi di energia elettrica necessaria per raffreddare gli ambienti e combattere il caldo. La spesa per il rinfrescamento domestico può arrivare a superare i 400 Euro. Ecco i risultati dello studio di SosTariffe.it.

Arriva l'estate e cresce la spesa energetica

Per comprendere al meglio l'impatto dei sistemi di rinfrescamento domestico (condizionatori, ventilatori etc) sui consumi di energia elettrica per la casa, SosTariffe.it ha realizzato uno studio specifico che, grazie all'analisi dei prezzi medi dell'energia rilevati dal comparatore a maggio 2017, permette di avere un'idea precisa sulla spesa che gli utenti italiani andranno incontro quest'estate.

Per combattere il caldo estivo, in molte case italiane vengono usati, anche contemporaneamente, diversi dispositivi di rinfrescamento. Lo studio di SosTariffe.it prende in esame i sistemi più diffusi: 

  • condizionatore split;
  • condizionatore multi split;
  • ventilatore da tavolo;
  • ventilatore da soffitto.

Per il calcolo del consumo finale annuo, espresso in kWh, legato ai sistemi di raffreddamento, SosTariffe.it ha evidenziato tre differenti profili di utilizzo che corrispondono ai possibili utilizzi di questi dispositivi.

  • consumo light: 200 ore di utilizzo annuo per ogni sistema analizzato;
  • consumo medium: 300 ore di utilizzo annuo per ogni sistema analizzato;
  • consumo strong: 500 ore di utilizzo annuo per ogni sistema analizzato.

I risultati dello studio di SosTariffe.it vengono riepilogati dall'infografica riportata qui di sotto che mette in mostra i consumi ed i relativi costi stimati per i vari dispositivi di raffreddamento ed i principali consigli per risparmiare.

La prima parte dello studio evidenzia i costi ed i consumi di energia elettrica per il raffreddamento di un'abitazione a seconda del dispositivo utilizzato. L'analisi prende in considerazione un Condizionatore Split A+++, un Condizionatore Multi Split A+++, un ventilatore da tavolo ed un ventilatore da soffitto. 

I consumi energetici espressi nella prima tabella si traducono in un incremento della bolletta energetica. Un singolo condizionatore Split A+++ comporta una spesa media di 46 Euro per un profilo di utilizzo "Strong". Rispetto ad un ventilatore da soffitto si tratta di ben 36 Euro in più. La differenza è ancora più marcata in caso di condizionatore Multi Split sempre con classe energetica A+++.

L'importanza della classe energetica per un condizionatore

E' importante sottolineare che utilizzare un condizionatore con classe energetica inferiore comporterà, gioco forza, una crescita, anche significativa, dei costi legati al dispositivo per tutti i profili di utilizzo. Passare da un modello con classe energetica B ad un A+++ permette di risparmiare sino a 129 Euro.

  • Condizionatore Split: un modello con classe energetica A+++ presenta un consumo annuo che va dai 96,8 kWh ai 242 kWh mentre un analogo modello con la classe energetica B comporta una crescita dei consumi netta, compresi tra 368 kWh ai 920 kWh annui a seconda del profilo di utilizzo.  In termini economici un modello con classe energetica B comporta una spesa maggiorata compresa tra 52 euro e 129 euro
  • Condizionatore Multi Split: I consumi energetici di un modello con classe energetica A+++ sono pari a 142 kWh ai 355 kWh annui mentre uno con classe energetica B arriva a consumare dai 282 kWh ai 705 kWh annui, sempre a seconda del profilo di utilizzo. Scegliere un condizionatore efficiente dal punto di vista energetico (quindi A+++) permette di risparmiare tra i 27 e i 67 Euro all'anno. 

Come ridurre i consumi e i costi dei condizionatori

L'analisi dei consumi energetici legati al raffreddamento domestico e dei relativi costi permette di evidenziare un aspetto importante della questione. Con un un po' di attenzione, infatti, è possibile ottimizzare al meglio il funzionamento dei propri dispositivi e, quindi, risparmiare senza rinunciare alla possibilità di rinfrescare casa in modo efficace. 

Ecco alcuni consigli pensati da SosTariffe.it per risparmiare sulla bolletta dell'energia elettrica nonostante il picco dei consumi legato ai sistemi di rinfrescamento domestico.

  • Usare la funzione deumidificatore: grazie a questa particolare funzione è possibile abbassare sensibilmente i consumi energetici di un condizionatore. Il risparmio garantito da tale funzione può arrivare anche al 40%;
  • Impostare la temperatura corretta: quando si utilizza un condizionatore è importante impostare una temperatura da raggiungere non troppo bassa; la differenza con l'esterno di circa 6 gradi permette, infatti, di risparmiare circa il 10% sui consumi rispetto ad una differenza con l'esterno di circa 8 gradi;
  • Posizionamento dell'unità esterna: per ridurre i consumi del condizionatore un altro fattore da valutare è rappresentato dal posizionamento dell'unità esterna che va collocata in una zona d'ombra e non al sole; il risparmio sul consumo elettrico è pari a circa il 5%;
  • Utilizzare un dispositivo con tecnologia Inverter: scegliere un condizionatore con tecnologia Inverter permette di risparmiare circa il 30% sui consumi;
  • Ridurre l’esposizione dell’ambiente ai raggi solari: ricorrendo all'utilizzo di tende, persiane, e scuri si proteggeranno gli ambienti di casa dai raggi diretti del sole; con questo piccolo accorgimento sarà possibile tagliere i consumi del 5%.
  • Isolare l'ambiente climatizzato: chiudere bene porte e finestre della stanza da raffreddare, magari sfruttando doppi vetri, permette di ridurre del 10% i consumi;
  • Condizionatore e ventilatore insieme: alternare i due dispositivi, utilizzando ad esempio il condizionatore solo per la metà del tempo previsto, consente di ridurre i consumi anche del 50%;
  • Funzione Sleep: utilizzando questa funzione di un condizionatore è possibile ridurre i consumi energetici del 15%;
  • Passare al mercato libero dell'energia elettrica: scegliere una delle offerte più convenienti del mercato libero dell'energia garantisce un consistente risparmio per gli utenti. A parità di consumi energetici, infatti, è possibile ridurre del 17% la spesa legata al condizionatore. E' possibile confrontare le migliori proposte del mercato libero dell'energia direttamente dal comparatore di SosTariffe.it per energia elettrica.

Mettendo assieme tutti questi piccoli accorgimenti sarà possibile ridurre, anche in modo significativo, i consumi di energia elettrica legati al rinfrescamento di casa.

Commenti Facebook: