Sicurezza transazioni online, i progetti innovativi dei colossi per aumentarla

Ogni giorni in tutto il mondo, miliardi di transazioni bancarie vengono eseguite online, legate a numeri di carte di credito e conti correnti. In tutte queste operazioni la sicurezza è fondamentale, e invece spesso dipende da sistemi elettronici non necessariamente ultra-sicuri, come lo è un semplice login e una password. Per questo motivo, colossi come PayPal, Google, Visa e MasterCard stanno sviluppando altri sistemi di sicurezza, alcuni dei quali molto innovativi.

come operare online in maniera sicura
Impronta digitale elettronica, riconoscimento voce, mobile token: idee per aumentare la sicurezza online

Secondo diversi studi online, il 60% dei consumatori che non fa acquisti online dichiara che il fatto di dover digitare i dati della propria carta di credito o il conto corrente su Internet è il principale motivo per cui non scelgono l’e-commerce.

Per questo motivo, i colossi del settore stanno lavorando per aumentare la sicurezza delle transazioni online.

Ad esempio, PayPal ha lanciato di recente l’impronta elettronica digitale. Si tratta di un’applicazione per smartphone, tablet e Pc attraverso la quale l’utente non deve digitare alcun dato; il tutto funziona tramite l’apposizione sullo schermo della propria impronta digitale.

Così PayPal potrebbe, per adesso solo in teoria, eliminare le carte di credito e collegare l’account utente direttamente al suo conto corrente bancario tramite un Rapporto interbancario diretto (RID).

Google invece ha acquistato la startup israeliana SlickLogin, che ha come obiettivo sviluppare un Sistema per l’Identità Digitale. Questa invece è una tecnologia del tutto innovativa, che si basa sulla negoziazione di credenziali attraverso dei suoni. Con questi suoni si potrebbe costituire un livello di sicurezza alternativo alle classiche finestre d’accesso, o costituire un secondo livello di validazione.

Sul fronte carte di credito, Visa e MasterCard puntano alla promozione dell’utilizzo dei digital e mobile token per processare le autenticazioni per transazioni online e mobile e che richiedono il riconoscimento biometrico.

Infine, si può affermare che i grandi colossi del settore dell’e-commerce lavorano su diversi fronti tecnologici (riconoscimento voce, iride, fingerprint, facciale, firma grafometrica, etc) con l’obiettivo condiviso di convergenza tra e-identity e e-banking.

Confronta Conti Online

Commenti Facebook: