Sicurezza: nel mondo ci sono 750 milioni di smartphone vulnerabili

Stando a quanto affermato dalla Security Research Labs di Berlino, nel mondo vi sarebbero circa 750 milioni di smartphone “facilmente” vulnerabili, facili prede di hacker e di esperti di telecomunicazioni.

In particolare – affermava pochi giorni fa il fondatore del centro ricerche, Karsten Nohl, il difetto sarebbe riscontrabile in un bug presente nelle sim che utilizzano lo standard di crittografia DES. Un bug che potrebbe permettere ai pirati informatici di prendere il vero controllo dell’apparecchio senza che il proprietario del dispositivo abbiamo modo di accorgersene.

Facile comprendere quali potrebbero essere i pericoli conseguenti: una volta avuto accesso al dispositivo attraverso la crepa nei sistemi di sicurezza, infatti, gli hacker potrebbero installare sullo smartphone dei software malevoli, e assumere la continua gestione remota del cellulare.

Al fine di poter permettere alle compagnie telefoniche di poter assumere le idonee contromisure prima che sia troppo tardi, il quotidiano americano New York Times precisa come i dati elaborati dal team di ricercatori tedeschi siano già stati anticipati all’associazione mondiale GSMA (che riunisce tutti i principali fornitori di servizi per la telefonia), nella conferenza dello scorso 27 luglio. Nuovi approfondimento – afferma ancora Nohl – verranno invece messi a disposizione nel congresso in programma ad Amburgo nel prossimo mese di dicembre.

Scopri le migliori offerte per smartphone

Commenti Facebook: