Shale gas, Enel firma accordi con USA per acquistare gas naturale liquefatto

Enel ha appena siglato due accordi ventennali con la compagnia statunitense Cheniere Energy per acquistare shale gas, ovvero Gas Naturale Liquefatto (GNL), proveniente da giacimenti di questo tipo. L’intesa prevede l’acquisto di un totale di 3 miliardi di metri cubi l’anno, di cui la terza parte sarà destinata al mercato italiano, intanto che gli altri due miliardi andranno alle centrali Enel spagnole.

shale gas in europa, vantaggi e svantaggi
Enel firma accordi per l'importazione di shale gas in Europa

Obama ha promesso lo shale gas americano per l’Europa, il quale finora era stato riservato al consumo interno della sua Nazione. Adesso, la promessa comincia a trovare applicazione e si avvia la diversificazione degli approvvigionamenti di gas resa necessaria soprattutto dopo la crisi in Ucraina.

Di conseguenza, Enel ha siglato in questi giorni due contratti di durata ventennale (con opzione per altri 10 anni) con la compagnia del Texas Cheniere Energy per acquistare Gas Naturale Liquefatto (GNL), proveniente da giacimenti di shale gas. La validità dell’intesa però decorrerà a partire dal 2018.

Il gas verrà consegnato sotto forma di GNL presso il terminal che la compagnia americana sta realizzando sulla costa del Texas, in una zona intensamente collegata con i più importanti gasdotti del Paese. A partire da questi impianti, la materia prima verrà caricata sulla navi metaniere di Enel e trasportata verso i rigassificatori di cui la compagnia dispone in Spagna e Italia.

Scopri le proposte Enel Gas

Commenti Facebook: