Sfida delle mamme: perché bisogna non postare foto di bambini in rete

Con il crescente utilizzo dei social network, il numero di foto di bambini condivise in rete è aumentato a dismisura a danno degli stessi minori. In alcuni casi, condividere le immagini dei propri figli in rete può essere pericoloso. Ecco perché non bisogna postare foto di bambini in rete. 

La Polizia Postale invita le mamme a non condividere le foto dei loro bambini

In questi giorni, su diversi social network, una “catena di Sant’Antonio” sta invogliando un numero crescente di mamme a condividere le foto dei loro bambini in rete. Il fenomeno, tutt’altro che nuovo tra gli utenti social, si sta espandendo a macchia d’olio tanto da spingere la Polizia Postale, con un messaggio sulla pagina Facebook ufficiale Una vita da social, a non prendere parte a questa “iniziativa”.

Confronta le offerte Telefonia Mobile

Se i vostri figli sono la cosa più cara al mondo, non divulgate le loro foto in Internet. O quantomeno, abbiate un minimo di rispetto per il loro diritto di scegliere, quando saranno maggiorenni, quale parte della propria vita privata condividere” Con queste parole, la Postale ha invitato a non condividere immagini di bambini sui social. L’intervento della Polizia Postale ha suscitato, tra i commenti, un bel po’ di polemiche ma anche diverse manifestazioni di sostegno.

L’argomento è, senza dubbio, molto spinoso ed importante. Una foto, una volta condivisa sui social network, può facilmente entrare in possesso di malintenzionati. La stessa Polizia Postale, in risposta agli interventi degli utenti al suo post precedente, ha evidenziato come appena pochi giorni fa una pagina Facebook ha organizzato un concorso “Vota il bambino più bello” e centinaia sono state le foto di bambini inviate dai rispettivi genitori.
Confronta le offerte Internet Mobile

Di fatto, queste foto sono state inviate a persone del tutto ignote che, oltre a gestire questo concorso, potrebbero utilizzare le immagini dei bambini anche per altri scopi. L’intervento della Polizia Postale vuole quindi sottolineare l’importanza di tutelare la privacy dei più piccoli evitando di divulgare foto sui social network dove i pericoli, di certo, abbondano.

Ti ricordiamo che grazie al comparatore di SosTariffe.it per offerte telefonia mobile puoi facilmente individuare le tariffe più adattate a te che ti permetteranno di risparmiare e di utilizzare al massimo il tuo smartphone.

Commenti Facebook: