Serie A 2015-2018: finisce la guerra tra Sky e Mediaset

Tutta la Serie A sarà trasmessa su Sky e le big anche su Mediaset. L’accordo raggiunto ha un valore di circa 945 milioni, 116 milioni in più rispetto al campionato 2013/14.  Sky pagherà 572 milioni l’anno, cifra sostanzialmente identica all’attuale mentre Mediaset sborserà 373 milioni, ovvero 105 milioni in più.

A Sky il pacchetto A, a Mediaset B e D

Finalmente si è concluso il tira e molla dei diritti tv per la Serie A 2o15-2018; ecco allora dove si guarderà il campionato, quali contenuti saranno trasmessi da Mediaset e quali da Sky.

Sky, che aveva fatto l’offerta più alta per i pacchetti A e B, si è aggiudicata il pacchetto A per il satellite con un’offerta di 357 milioni euro, mentre Mediaset ha conquistato il pacchetto B per il digitale terrestre per 280 milioni di euro. Il pacchetto D per le altre 12 squadre va a Mediaset per 306 milioni di euro.

Per i pacchetti C ed E dovranno avviarsi delle procedure in quanto il pacchetto C, che comprende le interviste e le immagini dagli spogliatoi, non è stato assegnato perché le offerte fatte non hanno superato il minimo richiesto; mentre non c’è stata alcuna offerta per il pacchetto E (piattaforma internet). Ci si aspetta che la Lega, dopo aver avuto il via libera delle authority, autorizzi lo scambio dei diritti e la sub-licenza,  cosa che porterebbe Mediaset a rivendere il pacchetto D a Sky.

Confronta le offerte di Sky

La tv di Murdoch non contraddirebbe le tradizioni, avendo il campionato di Serie A (più l’Europa League), mentre a Mediaset resterebbero otto squadre tra cui le big Inter, Juve, Milan, Napoli e Roma e tutta la Champions League in esclusiva assoluta su tutte le piattaforme.

Mediaset Premium trasmetterà sul digitale terrestre le 248 partite in diretta delle otto principali squadre italiane, e in più avrà la Diretta Premium dai campi e agli highlights di tutti gli incontri.

Confronta le offerte di Mediaset Premium

Commenti Facebook: