di

SEPA: cosa significa Single Euro Payments Area?

La SEPA, dall'acronimo inglese Single Euro Payments Area (ovvero Area Unica dei Pagamenti in Euro), è l'area in cui i cittadini, le aziende, le pubbliche amministrazioni e in genere tutti gli operatori economici possono disporre e ricevere pagamenti in Euro, tanto all'interno dei confini nazionali che tra le nazioni che ne fanno parte, con le medesime condizioni di base, diritti e obblighi, a prescindere dalla loro localizzazione all'interno dell'area SEPA.

SEPA: cosa significa Single Euro Payments Area?

L’obiettivo dell’area SEPA è quello di stabilire un mercato dei pagamenti uniforme, che offra ai cittadini titolari di un conto corrente, le aziende e tutti gli operatori economici europei la possibilità di disporre e ricevere pagamenti in euro all’interno dell’area SEPA, senza differenze tra pagamenti nazionali ed europei e con la stessa semplicità e sicurezza su cui si può contare nel proprio territorio nazionale.

L’area SEPA include 31 Paesi:

  • i 15 Paesi della UE che utilizzano l’euro (Italia, Germania, Francia, Spagna, Portogallo, Grecia, Austria, Finlandia, Irlanda, Paesi Bassi, Belgio, Lussemburgo, Slovenia, Cipro e Malta);
  • i 12 Paesi della UE che utilizzano una valuta diversa dall’euro sul territorio nazionale ma effettuano comunque pagamenti in euro (Regno Unito, Svezia, Danimarca, Estonia, Lettonia, Lituania, Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria, Bulgaria, Romania);
  • Altri 4 paesi: Svizzera, Norvegia, Islanda, Liechtenstein.

Gli incassi e i pagamenti SEPA possono essere effettuati soltanto in Euro. Per le transazioni in valuta diversa, non possono quindi applicarsi le procedure e gli standard SEPA, ma occorre disporre transazioni estere (es. bonifico estero).

Il Regolamento UE n. 260/2012 ha fissato al primo Febbraio 2014 il termine ultimo per la migrazione degli strumenti di incasso e pagamento domestici ai corrispondenti strumenti SEPA.

Confronta Conti Correnti

Commenti Facebook: