Secondo Ericsson, col 5G il futuro sarà della tv streaming

Il 5G? L’alleato migliore per lo streaming video, che entrerà sempre di più nelle nostre case e rischia di mandare definitivamente in pensione la televisione “tradizionale”. A dirlo è il massimo dirigente di uno dei gruppi che da anni più si sta occupando della nuova tecnologia mobile: Hans Vestberg, presidente e CEO di Ericsson.

5g
Nel 2020 più della metà del traffico dati potrebbe provenire dallo scambio di video

L’occasione è stato il recente Mobile World Congress di Barcellona. Come riporta l’edizione italiana di Wired, secondo Vestberg col 5G «le persone guarderanno più video in streaming on-demand che canali tv, i video genereranno la metà del traffico dati su dispositivi mobili, la crescita degli abbonati LTE supererà l’80% e la copertura della banda larga mobile sarà di circa il 70%».

Il successore del 4G sarà quindi in grado di supportare a dovere lo streaming ad altissima definizione. Secondo l’ultimo mobility report di Ericsson, nel 2020 – anno in cui ci sarà la svolta del 5G –  i video copriranno il 55 per cento dei dati scambiati su internet.
Scopri le offerte 4G
Del resto, quando si parla di video e di trasmissione a distanza non ci si limita e film o serie TV: proprio a Barcellona ha fatto scalpore una dimostrazione che consentiva, grazie a un paio di visori Oculus Rift, di guidare una scavatrice dall’altra parte del mondo, controllando cioè nella città catalana un veicolo a Stoccolma.
Scopri le offerte tv streaming

Commenti Facebook: