di

Scorporo Telecom, si torna a parlarne

Secondo un'indiscrezione raccolta da Repubblica e basata su fonti vicine a Palazzo Chigi, il Governo sarebbe pronto a studiare lo scorporo della rete di Telecom Italia. Si tratta soprattutto – come già era successo con il Governo Letta – di un'extrema ratio in caso di mancati investimenti da parte dell'operatore tlc nella struttura di rete.

Scorporo Telecom, si torna a parlarne
Verifica la tua copertura Inserisci il tuo indirizzo e scopri se sei raggiunto da fibra o ADSL

Del resto il premier Matteo Renzi l’aveva già anticipato durante la campagna per le le primarie: «Indipendentemente da come sarà Telecom, se sarà italiana o spagnola non mi interessa, mi interessa che si facciano gli investimenti sulla rete e in modo rapido». Molto dipenderà, dunque, da come si svilupperanno in futuro le linee Telecom ADSL e fibra.
Scopri Internet Pack »
A gennaio, l’allora Governo Letta aveva già minacciato di premere «il pulsante rosso della bomba atomica rappresentato dallo scorporo della rete» in caso di insufficiente sviluppo della banda larga nel Paese. Ma quali sono i reali margini di manovra da parte dello Stato per un eventuale scorporo?

In realtà l’unico strumento di pressing davvero nelle mani del Governo è il cosiddetto “golden power“, strumento legislativo che può intervenire sulla governance di realtà private che operino nei settori strategici della difesa, dell’energia, delle comunicazioni e dei trasporti, dettando condizioni specifiche all’acquisito di partecipazioni, ponendo il veto all’adozione di determinate delibere societarie oppure opponendosi all’acquisto di partecipazioni.

Ti è piaciuto questo articolo? Vota per SosTariffe.it come miglior sito dell’anno e potrai vincere un MacBook Air e tanti altri premi: hai tempo fino al 21 Novembre!
Vota SosTariffe.it e vinci! »

Commenti Facebook: