Scaglia si dimette e Fastweb vola in Borsa

Si chiude il capitolo Scaglia. L’ex amministratore delegato Silvio Scaglia lascia definitivamente Fastweb per dare un chiaro segnale al mercato che la “vicenda frode” è acqua passata.

Fastweb vuole quindi dimostrare la propria integrità di fronte alle pressioni della magistratura. Il presidente del Consiglio di Amministrazione FASTWEB, Carsten Schloter, ha accettato le dimissioni dell’Ing. Scaglia.

silvio-scaglia-dimissioni-fastweb

Il gruppo vuole tracciare una forte linea di demarcazione dal passato per non pregiudicare l’evolversi delle offerte e dei servizi del gruppo.

La delusione di Scaglia

Scaglia è amareggiato: l’idea del fondatore era di poter chiarire tutto in poco tempo. Invece, l’ex AD rimane ancora in carcere ma vuole che la mia vicenda non danneggi Fastweb e i dipendenti.

La volontà di Scaglia e dei legali di scindere definitivamente le sorti di Scaglia (e di eventuali responsabilità imputate) da quelle di Fastweb.

Il titolo sale in Borsa

Piazza Affari reagisce positivamente all’annuncio e il titolo Fastweb guadagna lo 0,84% a 14,34 euro dopo l’addio di Scaglia, annunciato nella vigilia a mercato praticamente chiuso.

La decisione presa potrebbe così evitare il commissariamento (anche grazie alla probabile cauzione) su cui è attesa la pronuncia del Tribunale di Roma nell’ambito della maxi inchiesta sul riciclaggio, che ha coinvolto anche Sparkle, controllata da Telecom.

chiude il capitolo Scaglia. L’ex amministratore delegato Silvio Scaglia lascia definitivamente Fastweb per dare un chiaro segnale al mercato che la “vicenda frode” è acqua passata.

Fastweb vuole quindi dimostrare la propria integrità di fronte alle pressioni della magistratura. Il presidente del Consiglio di Amministrazione FASTWEB, Carsten Schloter, ha accettato le dimissioni dell’Ing. Scaglia.

silvio-scaglia-dimissioni-fastweb

Il gruppo vuole tracciare una forte linea di demarcazione dal passato per non pregiudicare l’evolversi delle offerte e dei servizi del gruppo.

La delusione di Scaglia

Scaglia è amareggiato: l’idea del fondatore era di poter chiarire tutto in poco tempo. Invece, l’ex AD rimane ancora in carcere ma vuole che la mia vicenda non danneggi Fastweb e i dipendenti.

La volontà di Scaglia e dei legali di scindere definitivamente le sorti di Scaglia (e di eventuali responsabilità imputate) da quelle di Fastweb.

Il titolo sale in Borsa

Piazza Affari reagisce positivamente all’annuncio e il titolo Fastweb guadagna lo 0,84% a 14,34 euro dopo l’addio di Scaglia, annunciato nella vigilia a mercato praticamente chiuso.

La decisione presa potrebbe così evitare il commissariamento (anche grazie alla probabile cauzione) su cui è attesa la pronuncia del Tribunale di Roma nell’ambito della maxi inchiesta sul riciclaggio, che ha coinvolto anche Sparkle, controllata da Telecom.

Commenti Facebook: