di

Risparmio luce e gas

Si parla della fine della crisi economica, ma per l'economia delle famiglie poco è cambiato, e continua a essere necessario tagliare le spese al massimo. Per questo motivo, SosTariffe.it ha preparato un riassunto con tutto ciò che riguarda il risparmio luce e gas: dalla riduzione dei consumi, alla scelta della tariffa adeguata, approfittando anche dei servizi aggiuntivi delle proposte commerciali.

Risparmio luce e gas

Quando si tratta di risparmio luce e gas, è molto ciò che si può fare, anche senza rinunciare alla comodità o il benessere della famiglia. Ridurre i consumi in maniera intelligente e senza sacrifici esagerati, nonché approfittare dei vantaggi della liberalizzazione del mercato dell’energia elettrica e il gas, possono essere sufficienti per fare la differenza al momento di pagare le bollette.

SosTariffe.it, portale indipendente di confronto tariffe, vi propone una semplice guida con accorgimenti utili che vi possono aiutare ad alleggerire le bollette senza troppi sforzi. Vi ricordiamo che è anche possibile tagliare le spese di casa sul fronte della telefonia fissa e mobile, l’ADSL, la pay tv, il conto corrente, l’assicurazione dell’auto e tanto altro ancora: potete trovare le migliori proposte per ogni settore utilizzando i nostri comparatori gratuiti e indipendenti.
Confronta le tariffe e risparmia con il comparatore SosTariffe.it »

1. Risparmiare sulla bolletta della luce

Spesso commettiamo alcuni errori che fanno lievitare le bollette senza nemmeno accorgerci. Avere attiva un’offerta luce poco conveniente, non sapere utilizzare bene una tariffa bioraria, usare elettrodomestici vecchi e poco efficienti, sono alcuni degli errori più comuni che causano spese domestiche salate. Ecco i principali consigli per tagliare la bolletta della luce:

  • Usare bene il condizionatore: usandolo solo quando serve, con il programma “deumidificazione” abbinandolo a un ventilatore, e con una differenza di massimo 8°C rispetto all’ambiente esterno è possibile risparmiare fino al 75% della spesa energetica annua. Dovete comprarne uno? Scegliete un condizionatore a tecnologia inverter (risparmio del 30% in bolletta).
  • Scegliere una tariffa elettrica adatta al proprio profilo: la convenienza delle diverse offerte luce varia a seconda del profilo del cliente, sopratutto per quel che riguarda i consumi annui. Usate strumenti di comparazioni validi come il nostro comparatore di tariffe energia elettrica per scegliere con consapevolezza, evitando sorprese.
  • Tariffe biorarie della luce: se ne avete attivato una, spostate almeno il 75% dei consumi nelle ore agevolate (tra le 19 alle 8 del mattino nei giorni feriali, e durante tutto il giorno nei weekend e festivi). Altrimenti sarete in sovrapprezzo. Se non ci riuscite, cambiate offerta scegliendo una tariffa monoraria, e risparmierete.
  • Non usare elettrodomestici vecchi e poco efficienti. Comprare apparecchi nuovi di classe A o superiore conviene, e in meno di un anno avrete ammortizzato la spesa. Ad esempio, i più moderni frigoriferi classe A+++ consumano il 50% in meno di elettricità rispetto a quelli A+, per non menzionare la differenza esorbitante rispetto un frigorifero classe E o G. Per approfondimenti sul corretto uso degli elettrodomestici rimandiamo al nostro osservatorio Miti da sfatare e migliori comportamenti da adottare per risparmiare sui consumi.
  • Passare al mercato libero: comporta un risparmio di circa il 7-10% della spesa annua. Il passaggio è sempre gratuito, non occorrono modifiche ai contatore o agli impianti e la continuità del servizio è garantita dall’Autorità. In più, è sempre possibile tornare alla maggior tutela, così come recedere dal contratto senza penali entro i primi 14 giorni esercitando il diritto di ripensamento.

Per individuare le proposte commerciali più convenienti per la fornitura elettrica, utilizzate il nostro comparatore gratuito reperibile qui sotto:

Confronta tariffe elettriche »

2. Risparmiare sulla bolletta del gas

Per tagliare la spesa del gas occorre ridurre i consumi, soprattutto in inverno, ad esempio facendo così:

  • Ridurre di 1 °C la temperatura all’interno della casa: consente un risparmio in bolletta di circa il 6%;
  • Non superare mai i 20 °C in casa e, durante la notte abbassare la temperatura oppure direttamente spegnere il riscaldamento;
  • Applicare valvole termostatiche ad ogni termosifone e regolare la temperatura in ogni stanza, in base all’uso effettivo;
  • Migliorare l’isolamento termico dell’abitazione, abbassando tapparelle e serrande, installando doppi vetri alle finestre o applicando alle pareti pannelli isolanti: come menzionavamo prima, l’isolamento è il parametro più importante per migliorare l’efficienza energetica di un’abitazione;
  • Utilizzare una caldaia a condensazione con bruciatore modulante, ed eseguirne controlli periodici.

Tuttavia, si può fare di più, soprattutto in questo periodo in cui il riscaldamento è spento. La prima cosa è passare al mercato libero: attivando un’offerta gas del mercato libero si risparmia circa il 12% della spesa, che si traduce in oltre 200 euro all’anno per una famiglia con consumi di 2.100 m3/anno.

Pur se l’Autorità per l’energia (AEEGSI) ha deciso diversi tagli sulla bolletta del gas quest’anno, validi in prima istanza per i clienti in maggior tutela, subito dopo anche i venditori del mercato libero hanno ridotto i prezzi per rendere le loro offerte più convenienti. Questo è prevedibile, dato che in un mercato liberalizzato, la maggior concorrenza sempre tira giù i prezzi.

Per questo motivo, cambiare fornitore gas consentirà sempre di risparmiare. Il passaggio è gratuito in tutti i casi, a prescindere dal fornitore scelto, ed è sempre possibile tornare al mercato tutelato.

Vogliamo sottolineare però l’importanza di scegliere bene le offerte: una tariffa non adatta al proprio profilo comporterà sicuramente un aggravio in bolletta. Per evitare questi errori, bisogna utilizzare un comparatore di tariffe valido come quello sviluppato da SosTariffe.it.

Confronta Tariffe Gas »

3. Approfittare dei benefici aggiuntivi delle tariffe

Oltre ai prezzi più bassi, con alcune offerte del mercato libero dell’energia elettrica e il gas, una famiglia può risparmiare in media fino a 300 euro l’anno grazie ad alcuni servizi aggiuntivi.

Lo dimostra l’osservatorio di SosTariffe.it Risparmi aggiuntivi offerti dalle tariffe del mercato libero, che ha stimato il risparmio ulteriore, rispetto allo sconto sul prezzo dell’energia dalla tariffa di Maggior Tutela, che le offerte del mercato libero dell’energia offrono grazie a carte sconto, programmi di fidelizzazione, sconto sul carburante, assicurazioni sulla casa e altri benefici più o meno quantificabili. Questo risparmio aggiuntivo va dai 40 euro ai 300 euro in base alla tariffa e servizio accessorio scelto.

Per aumentare il risparmio luce e gas che offrono le tariffe, scegliete quelle offerte luce e gas che includono promozioni aggiuntive, identificandole rapidamente con l’aiuto del tasto “Benefici Addizionali” presente sui comparatori di SosTariffe.it e reperibile qui sotto:

« notizia precedente « notizia successiva » »

Commenti Facebook: