Risparmio energetico: detrazioni 55% anche nel 2011

Le detrazioni del 55% sugli interventi a risparmio energetico ci saranno anche nel 2011: secondo le ultime indiscrezioni il Governo vorrebbe prorogare le agevolazioni fiscali.

In tre anni di agegolazioni gli incentivi per il risparmio energetico hanno favorito 600mila interventi, registrando un trend in netto aumento anche nel 2010 con un investimento di 11 miliardi di euro.

risparmio-energetico

La proroga della detrazione fiscale del 55% potrebbe essere inserita nel decreto milleproroghe a fine anno. Per lo Stato in 3 anni ha causato un mancato introito di 3 miliardi di euro ma ha comportato per i consumatori un risparmio sulla bolletta di energia elettrica per 3.6 miliardi di euro.

Le agevolazioni fiscali sugli interventi per il risparmio energetico sono utilizzati in gran parte per ripristinare serramenti e installare nuove caldaie più efficienti: un nuovo impianto termico ad alta efficienza, infatti, permette di risparmiare 4 volte l’energia consumata da uno tradizionale.

Il primo passo per essere più “verdi” è consumare in modo più intelligente e non disperdere il calore: anche sostituire i serramenti permette il risparmio energetico ancora prima di installare pannelli solari o fotovoltaici.

ni del 55% sugli interventi a risparmio energetico ci saranno anche nel 2011: secondo le ultime indiscrezioni il Governo vorrebbe prorogare le agevolazioni fiscali.

In tre anni di agegolazioni gli incentivi per il risparmio energetico hanno favorito 600mila interventi, registrando un trend in netto aumento anche nel 2010 con un investimento di 11 miliardi di euro.

risparmio-energetico

La proroga della detrazione fiscale del 55% potrebbe essere inserita nel decreto milleproroghe a fine anno. Per lo Stato in 3 anni ha causato un mancato introito di 3 miliardi di euro ma ha comportato per i consumatori un risparmio sulla bolletta di energia elettrica per 3.6 miliardi di euro.

Le agevolazioni fiscali sugli interventi per il risparmio energetico sono utilizzati in gran parte per ripristinare serramenti e installare nuove caldaie più efficienti: un nuovo impianto termico ad alta efficienza, infatti, permette di risparmiare 4 volte l’energia consumata da uno tradizionale.

Il primo passo per essere più “verdi” è consumare in modo più intelligente e non disperdere il calore: anche sostituire i serramenti permette il risparmio energetico ancora prima di installare pannelli solari o fotovoltaici.

Commenti Facebook: